Metti in tavola l’amicizia al profumo di baccalà

Metti in tavola l’amicizia al profumo di baccalà

di Patrizia Zinno

Un’altra tappa del nostro particolare tour culinario “Segui la stagionalità a Tavolaalla Locanda degli Amori e dei Sapori a Baia, ci porta ad un evento degustativo tutto dedicato al profumo di Baccalà.  Ricordiamo che questa struttura è gestita da una cooperativa sociale formata da 3 splendidi  ragazzi con sindrome di down: Martina Raiola, Mario Bottino  e Maria Rosaria Falanga, che con il loro sorriso gestiscono per la prima volta una locanda ristorativa tutta loro.

Una  semplice trattoria a conduzione familiare che offre ai suoi clienti ad un anno dell’apertura, la professionalità che i tre gestori hanno sviluppato in 6 lunghi anni di formazione. Un progetto fortunato, promotore di proposte di  inserimento sociale e lavorativo delle persone disabili e normodotate, di conoscere ed avvicinarsi al mondo del lavoro per infondere la cultura dell’handicap nella società, e per dare alle famiglie quella voglia di riscatto ed il piacere di vivere

In cucina

 Gianni:Sono il papà di Martina e da anni aspettavo il momento giusto per dare vita a questo progetto. In questo modo noi genitori per la prima volta potremo vedere i nostri figli lavorare uniti, insieme come una famiglia. Un percorso che intende  coinvolgere enti locali, associazioni di categoria, per promuovere lo spirito di collaborazione, attraverso anche iniziative culturali, laboratori ma, soprattutto  corsi pratici post-scolastici. I ragazzi propongono una  cucina semplice e  tradizionale e come condimento tanta passione ed impegno da parte di tutto lo staff. Siamo contenti che in questi mesi  diversi Chef campani ci sono venuti a trovare per aiutare i nostri ragazzi .

Cannelloni

Un gesto nobile,  un motivo in più per sottolineare il bel gesto di amicizia e disponibilità. Una serata tutta dedicata al prestigioso baccalà grazie al giovane Chef Alfonso De Filippo che si è formato professionalmente nella scuola alberghiera Vittorio Veneto di Scampia. E’ il resident chef del ristorante “BiancoBaccalà “oltre che erede della famiglia De Filippo, baccalajuoliChef.  Noto Ristorante alla circonvallazione di Arzano che  nasce dalla volontà della famiglia De Filippo, in particolar modo perché è corredato di un ampio laboratorio dedicato alla lavorazione del baccalà che conta su una lunga tradizione che viene portata avanti dal lontano 1791.

Menù della serata

Bocconcini di baccalà al limone con insalata e olive. Baccalà in umido alla Siciliana. Cannelloni ripieni di baccalà e ricotta con pomodorino. Baccalà fritto con insalata di rinforzo

Alfonso:  è la prima volta che ho cucinato insieme a dei ragazzi diversamente abili. Ho accettato l’invito con immenso piacere per gustare insieme a loro la mia passione culinaria. Sono entusiasta di questa mia nuova esperienza insieme a mia madre Patrizia, perché in questa serata ho scoperto tante cose che mi hanno emozionato. Abbiamo lavorato in sinergia e da loro ho imparato il sorriso in cucina e tanta energia da vendere.  La diversità, talvolta, ha un gusto amaro, ma lavorare con loro, tutto ha un sapore molto dolce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *