Micco

Micco

di Angela Merolla

Non solo confetture

La campagna coratina si estende alle porte della città e guarda l’Alta Murgia; qui la natura dona scorci incantevoli arricchiti dal fascino dei trulli dismessi e a tratti fatiscenti, un tempo ricovero di pastori e contadini.

La vegetazione spontanea si dirada negli uliveti, dove alberi secolari si alzano dietro reti di muretti a secco, che caratterizzano il paesaggio agricolo e tutelano la biodiversità.

Filari di vigna e distese a frutto cedono il posto alle immense estensioni seminative e come quelle più aspre adibite a pascolo, si perdono a vista d’occhio.

Alberi di ciliegie, prugne, albicocche, melograni e diverse varietà di pesche sono allevate dalla famiglia Colella nel loro frutteto di cinque ettari di terra coratina.

Da oltre dieci anni gli sforzi di Michele e la sorella Marisa, sono volti alla realizzazione di conserve nel piccolo laboratorio in piena campagna, proprio a ridosso dei generosi alberi da frutta.

Le loro produzioni sono naturali e realizzate rigorosamente con il 70% frutta fresca intera e una minima aggiunta di zuccheri, assolutamente senza conservanti, ne coloranti, per dare garanzia di prodotti genuini e sani.

Non solo frutta, ma anche diverse tipologie di verdura di Puglia, diventano conserve Micco: pomodori locali, peperoni, zucchine, carciofi e olive della varietà Baresane, sia in salamoia che in versione patè.

Deliziose le gelatine Micco prodotte con i vini da uve Chardonnay e Nero di Troia; la prima si abbina perfettamente con formaggi freschi e di media stagionatura, mentre più versatile la seconda realizzata con uve del vitigno autoctono pugliese, che oltre ai formaggi accompagna torte dolci o salate, carne o pesce.

Micco con i suoi prodotti porta in tavola i profumi e i sapori di Puglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *