Generations

Generations

ona | Arriva il secondo appuntamento della nuova stagione. Nella cucina de il Desco, insieme a Matteo Rizzo, Alessandro Dal Degan e Mauro Buffo
Arriva il secondo appuntamento firmato Generations Verona. Martedì 10 Dicembre, ospiti nelle cucine de il Desco Alessandro Dal Degan del Ristorante La Tana Gourmet e Mauro Buffo del Ristorante 12 Apostoli.
La seconda edizione di Generations Verona è ufficialmente iniziata e il ristorante Il Desco si prepara ad accogliere la seconda cena a 6 mani. Martedì 10 Dicembre in cucina si alterneranno le preparazioni dei tre chef: Alessandro Dal Degan – La Tana Gourmet, Mauro Buffo – Ristorante 12 Apostoli e il padrone di casa Matteo Rizzo. Per l’occasione hanno studiato un percorso inedito che coniuga le loro visioni di cucina e il loro pensiero riguardante la ristorazione del futuro. IL MENU • Benvenuto della cucina • Merluzzo mantecato, yuzu, bacon, yogurt e aglio ordino • Capesante Pulp Fiction • Risotto al rafano, agrumi e spezie • Cervo in salsa di Paranubes, ribes e patate delfino alle spezie accompagnato da wafer al cacao di selvaggina, mostarda di pere e doppio consommé di cervo • Illusione al cocco, arachidi e bergamotto • Orzo, limone e cardamomo
Le voci di una nuova generazione si diffondono tra le vie di Verona. Matteo, Alessandro e Mauro i protagonisti.
Il progetto Si chiama Generations e nasce da una necessità, quella di far riscoprire la cucina di Verona, donarle una nuova veste e farla apprezzare anche dai palati più giovani. Nella scorsa stagione Matteo Rizzo ha coinvolto alcuni giovani ristoratori di Verona, innamorati della propria terra e di ciò che può offrire, e li ha riuniti in una serie di cene a quattro mani tra le vie della città scaligera. Speciali menu per promuovere un’idea comune di alta ristorazione, spogliata da troppe formalità e sovrastrutture. Dopo il primo anno, Generations si rinnova quest’anno in una versione 2.0, coinvolgendo gli amici della scorsa stagione e alcuni nuovi volti.

Alessandro Dal Degan

Novità di questa nuova stagione è che tutte le cene si terranno a casa Rizzo, in quel tempio di cultura gastronomica che è Il Desco e che ha dato i natali all’iniziativa. Seconda novità è che non saranno più quattro, bensì sei le mani che si alterneranno in cucina ad ogni appuntamento. Ogni serata vedrà infatti il padrone di casa Matteo Rizzo ospitare uno chef veronese – tra i quattro facenti parte del progetto sin dalla nascita – e uno chef ospite “forestiero”.

Cena a 6 mani 10 dicembre | GLI CHEF PROTAGONISTI Alessandro Dal Degan | La Tana Gourmet Una mamma cuoca che gli trasmette l’amore per la cucina, così inizia la passione nei confronti della gastronomia per Alessandro Dal Degan, chef de La Tana (Asiago, Vicenza). Ora quella passione si è tramutata soprattutto in uno sconfinato amore per la materia prima, che si tramuta ogni giorno nella volontà di rendere omaggio agli ingredienti della sua terra. Classe 1981, Alessandro è un autodidatta, la sua formazione non passa per le cucine dei grandi chef, ma dallo studio personale. Nel 2005 diventa sous chef del ristorante Al Gallopapa in Toscana, poi nel 2008 decide di tornare a casa, ad Asiago. Dopo un paio di esperienze in due diversi ristoranti, apre La Tana proprio nel centro della cittadina. Nel 2013 la Guida L’Espresso lo nomina Miglior Chef Emergente. “Per me la felicità ha il sapore di…Un prato appena tagliato”.

Matteo Rizzo


Mauro Buffo | Ristorante 12 Apostoli “Mauro Buffo è un uomo autentico, schietto e determinato, la sua cucina non può che corrispondergli” – Così Massimiliano Alajmo parla dello chef del ristorante 12 Apostoli, insegna storica veronese che ha recentemente vissuto un rilancio grazie alla quarta generazione della famiglia Gioco, nella figura di Filippo, classe 1986, che ha voluto rivoluzionare il locale pur mantenendo la tradizione. Ad aiutarlo in questo passaggio per far rivivere il ristorante di una nuova luce, lo chef Mauro, veronese d’origine che ritorna in patria dopo una vita professionale trascorsa per gran parte altrove. Nel suo curriculum vanta una serie di maestri illustri, da Gualtiero Marchesi a Massimiliano Alajmo, per poi arrivare in Spagna sotto la guida di Ferran Adriá a El Bulli, fino a New York al Bouley Restaurant e successivamente al ristorante Falai. Piovono stelle Michelin nel suo passato, poi il ritorno alle origini. “Avevo voglia di tornare a casa, dopo essere rimasto distante per tanto tempo. Ho riscoperto il contatto con la natura, col territorio […] Mi piace essere tornato in Italia: si mangia bene, ci stiamo togliendo dai vestiti quella polvere anni ’60 che fino a qualche tempo fa era ancora depositata sulla nostra cucina. È il nostro momento d’oro, dopo gli spagnoli, i nordeuropei e proprio quando, secondo me, si stanno risvegliando anche i francesi. Sono molto soddisfatto”. Oggi Mauro, ai 12 Apostoli, combina vari aspetti della ristorazione: gusti, consistenze, colori, design, culture.

Mauro Buffo


Matteo Rizzo | ristorante Il Desco Nato a Verona nel 1984, Matteo è nelle cucine del Desco già da ragazzo, durante le stagioni estive apprende le basi sia di sala che di cucina. Poi l’istinto di volare via, il bisogno di conoscere altre realtà, confrontarsi con cucine e culture diverse. Lavora a Roma, Los Angeles, Londra e Las Vegas, crescendo professionalmente e imparando ad adottare nuovi punti di vista. Dopo aver elaborato una nuova consapevolezza di sé e della sua visione di ristorazione, è pronto a ritornare nel ristorante di famiglia ad affiancare il padre Elia nelle cucine de Il Desco. Oggi, alla guida de Il Desco, lo chef riflette nei suoi piatti esperienze, viaggi e passioni, ma allo stesso tempo riporta a galla un patrimonio di tradizioni culinarie del territorio che fanno da linee guida alla sua cucina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *