Pasticceria Taverna & Tarnuzzer si adatta ai cambiamenti.

Pasticceria Taverna & Tarnuzzer si adatta ai cambiamenti.

Oltre un secolo è trascorso ma l’atmosfera di fine Ottocento è ancora intatta alla Pasticceria Taverna & Tarnuzzer, nel cuore del centro storico di Vercelli, sotto i portici di Piazza Cavour.

L’arredamento originale racconta di due cittadini svizzeri, Cristiano Taverna, originario di Kublis, e Nicola Tarnuzzer, originario di Schiers, entrambi nel Canton Grigioni, che  rilevarono nel 1889 la pasticceria.

All’epoca all’interno del locale vi era una sala da biliardo frequentata da appassionati tra cui vi era anche il Vittorio Emanuele di Savoia-Aosta, Conte di Torino, che comandava un reggimento di cavalleria a Vercelli.
Per questo motivo Nicola Tarnuzzer chiese alla Casa Reale di fregiarsi del titolo di ‘Fornitore della Casa Reale”, che gli fu concesso nel 1903.

Nel 1890 Nicola Tarnuzzer chiese il permesso a re Umberto I di esporre lo stemma Reale sull’insegna del negozio; permesso accordato con un documento firmato dal Ministro Urbano Rattazzi.

La storia della Pasticceria Taverna & Tarnuzzer accompagna la storia d’Italia ed oggi con i suoi eleganti saloni per eventi è conosciuta ed apprezzata per le specialità artigianali che propone. Dai pasticcini alla crema o alla frutta alle torte decorate per le più varie ricorrenze nonchè l’appetitosa pasticceria salata.

All’interno del laboratorio artigianale piemontese si realizzano dolci genuini, realizzati con materie prime di qualità e con passione per la raffinata arte pasticcera.

Tipiche sono le specialità della casa, come ibicciolani , biscotti della tradizione locale la cui ricetta risale al Rinascimento, quando spezie e cannella furono aggiunte alla pastafrolla, dandone un aroma inconfondibile.

Altra specialità sono i fragranti amaretti, la cui ricetta venne regalata ad Andrea Tarnuzzer da un signore che aveva una ditta di liquori a Casale Monferrato.

In questi ultimi tempi anche la storica Pasticceria Taverna & Tarnuzzer si adatta ai cambiamenti imposti dalla pandemia di Coronavirus.

Dopo 130 anni di storia e cinque generazioni di pasticceri , i  titolari hanno ritenuto opportuno adeguarsi a quanto ha richiesto l’emergenza, ovvero utilizzare una piattaforma per

l’e-commerce e avviare il canale delle vendite online.

Dopo il primo testa a Pasqua – “siamo riusciti a gestire due settimane di lavoro intenso, in modo semplice e efficiente”, afferma Nicola Tarnuzzer – abbiamo acquisito nuovi clienti e colta l’opportunità. Per noi si tratta di un mercato nuovo. Per la nostra pasticceria, il servizio ecommerce non sembrava certo una priorità su cui investire nel breve termine. Oggi le prospettive sono cambiate e lo consideriamo come parte integrante del nostro lavoro”.

https://www.pasticceriatavernaetarnuzzer.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *