Limone dell'Etna Igp

Limone dell'Etna Igp

ll Limone dell’Etna IGP viene coltivato su terreni di origine vulcanica caratterizzati da muretti a secco, solo nel territorio etneo con una particolare tecnica colturale detta “forzatura”. Questo tipo di tecnica antica, viene adottata dai produttori locali da generazioni e permette loro una abbondante produzione estiva, tipica dell’area intorno al vulcano.

La specificità del Limone dell’Etna IGP si basa principalmente sull’elevata qualità degli oli essenziali della buccia e sulle pregiate caratteristiche chimico-fisiche del succo, dovute oltre che dal terreno vulcanico, anche dalle repentine escursioni termiche tipiche del micro clima dell’Etna.

Molti sono i riferimenti storici che riguardano la coltivazione di questa eccellenza siciliana dai tempi più remoti. Nel celebre romanzo del 1894, “I Viceré” Federico De Roberto scriveva: -scavando le secolari lave del Mongibello per piantare arance e limoni-. Oppure lo studio sulla limonicoltura dell’Etna condotti dall’illustre studioso, Giulio Savastano, pubblicato negli Annali della Regia Stazione Sperimentale di Agrumicoltura e Frutticoltura di Acireale del 1922.

Le cultivar sono leggermente differenti in base alla stagione di raccolta. Femminello Primo fiore: frutto invernale, la cui raccolta inizia da metà settembre in poi. Il colore della buccia varia dal verde chiaro al giallo citrino, ha una forma ellittica e il succo è caratterizzato da un colore giallo citrino.

Il Femminello Bianchetto detto anche Maiolino: limone prettamente primaverile, i frutti vengono raccolti infatti da inizio aprile, il colore della buccia è giallo chiaro e di forma ovoidale.

Il Femminello Verdello o limone estivo: i frutti maturi vengono raccolti da metà maggio alla prima metà di giugno. Il colore della buccia si presenta principalmente verde con schiarite giallo chiaro e il succo è caratterizzato da un colore giallo citrino.

Il Monachello Primo fiore: è un frutto autunnale, la cui raccolta inizia dalla prima settimana di ottobre. Il colore della buccia varia dal verde chiaro al giallo citrino, ha forma ellittica e il succo caratterizzato da un colore giallo intenso.

Oltre che come condimento aromatizzante, il Limone dell’Etna IGP è utilizzato come base per la preparazione delle famose granite siciliane, dei gelati, dei dolci ma anche per la preparazione di bevande, come ad esempio la tradizionale bevanda rinfrescante del litorale catanese a base di limone, selz e sale.

di Cris Lozio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *