Olio Farchioni

Olio Farchioni

Gli oli Farchioni protagonisti all’Olio Officina Festival di Milano

Al Concorso di packaging e visual design “Le forme dell’olio 2021” promosso dall’Olio Officina Festival di Milano, la Farchioni 1780 ha ricevuto ben tre medaglie d’oro, un premio speciale e un bronzo. Con 30 milioni di bottiglie vendute, pari all’11% del volume totale delle vendite di olio evo in Italia, il gruppo agroalimentare Farchioni con sede a Gualdo Cattaneo, in Umbria, è il leader del mercato dell’olio nella gdo italiana.
L’evento Olio Officina Festival si è svolto, nel rispetto delle norme anti-covid, trasmesso direttamente dalla redazione di Olio Officina a Milano, in streaming, visibile sul portale www.olioofficina.it .

Nel corso dell’evento, spazio a temi riguardanti il design, l’architettura, l’economia, le scienze, la tecnologia, l’arte gastronomica e l’oleologia con annessa l’arte e la scienza dell’assaggio, ma anche spettacoli, mostre d’arte e altro ancora.


“Ciò che ci distingue e che ci rende leader del settore è, prima di tutto, l’attenzione maniacale per l’eccellenza della parte produttiva agricola”, spiega Giampaolo Farchioni, manager di Farchioni Olii. In più, continua, “i nostri investimenti in innovazione – dalla produzione al confezionamento alla vendita – sono ispirati al principio della sostenibilità contadina, che mette al bando gli sprechi, spesso addirittura controproducenti nei confronti della qualità. Proprio come facevano i nostri nonni nell’azienda agricola, ma con in più le conoscenze e la sensibilità di oggi, le nostre azioni e l’impegno che ci distingue sono tutti orientati verso la qualità dei processi e dei prodotti, la sicurezza ed il benessere dei lavoratori, la sicurezza alimentare, la tutela dell’ambiente e l’efficienza energetica. Perché noi stessi siamo i primi consumatori di ciò che produciamo: un tutt’uno tra famiglia, azienda e lo splendido ambiente che ci circonda”.

Tra gli interventi orientati alla sostenibilità “c’è anche il packaging riciclabile”, come quello delle bottiglie premiate. “Oggi – ricorda ancora Farchioni – le aziende olearie investono molto anche nel design. Presentarsi in una veste bella e attraente, oltre che pratica e funzionale, aumenta l’attenzione del consumatore. Inoltre, come ricorda nelle sue motivazioni questo premio, contribuisce a creare bellezza e a coniugare la bontà del prodotto alla bellezza delle forme. Ecco perché siamo molto grati e felici per questo importante riconoscimento”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *