NATURA DI TIAN LA PIZZA STELLATA

NATURA DI TIAN LA PIZZA STELLATA

Continua il sodalizio delle pizze tonde crunch di Denis Lovatel e la cucina gourmet. E’ NATURA DI TIAN la pizza stellata che nasce dal progetto In-Fusioni.

La famosa pizza di Denis Lovatel, riconosciuto tra i pizzaioli migliori d’Italia, Tre Spicchi sulla guida Pizzerie d’Italia del Gambero Rosso, torna a viaggiare nel mondo delle stelle.
Stavolta la ricetta dello chef stellato Paul Ivic del ristorante Tian di Vienna e Monaco, incontra la pizza Tonda Crunch di Denis Lovatel, quella sottile, croccante, leggera, digeribile e fragrante.
Le caratteristiche della “Tonda Crunch” sono rimaste fedeli all’impasto a lunga lievitazione messo a punto nel 1977, oggi motivo di vanto e di successo per il locale di Lovatel “Pizzeria Ezio“.

NATURA DI TIAN la pizza stellata – DENIS LOVATEL

NATURA DI TIAN è una pizza con fiordilatte di Agerola, cuore di burrata, patate al rosmarino e bietole al profumo d’aglio con il loro gambo in agrodolce. Lovatel e Ivic promuovono ormai da tempo l’uso di proteine vegetali al posto di quelle animali.

Ivic è chef di uno dei pochi ristoranti vegetariani al mondo insignito di una stella Michelin, unico ristorante vegetariano austriaco stellato che da anni propone una cucina a base prettamente vegetale. L’incontro è stato quindi “naturale”.

NATURA DI TIAN la pizza stellata – Paul Ivic

“Appena ci siamo sentiti – dice Denis Lovatel – Paul ha mostrato subito un grande interessamento, sono molto orgoglioso di questa collaborazione perché stimo molto la sua cucina e la ricerca che sta portando avanti sul mondo vegetale.
Ci siamo confrontati e abbiamo deciso di creare una pizza apparentemente semplice, perché volevamo esaltare al massimo i sapori delle verdure e che la pizza stessa fosse di facile approccio per ogni cliente. Ciò ci aiuta anche a far capire al cliente che alla base c’è una filosofia ben precisa, sia nell’abbinamento sia nel uso di tutte le parti vegetali, portando avanti la lotta allo spreco, altro caposaldo della filosofia della mia pizzeria e della cucina di Paul Ivic”.
La pizza si potrà degustare ad Alano di Piave (BL) alla Pizzeria Da Ezio nei due giorni di apertura disponibili attualmente: il sabato e la domenica a pranzo.
Come sempre accade per le Pizze speciali di In-Fusioni, anche la Natura di Tian è una Limited Edition e sarà quindi possibile assaggiarla solo per poche settimane.

Natura di Tian

La proposta vegetariana Natura di Tian si lega perfettamente alla filosofia di Lovatel e della sua pizza Rivoluzione Vegetale, premiata come la Migliore d’Italia 2020 dalla Guida Pizzerie Gambero Rosso, nella quale il pizza chef sostituisce le proteine animali con quelle vegetali.
“Non voglio eliminare le carni, i salumi e il pesce dalle mie pizze, ma occorre fare una scelta più consapevole e molto attenta dell’animale, sia nel suo ciclo di vita sia della sua alimentazione. Sicuramente mi concentrerò sulla riscoperta e combinazione di proteine vegetali nei topping, di verdure dimenticate valutando la loro conservazione e tutte quelle sfumature di gusto che derivano dalle loro fermentazioni, in un’ottica di una pizza sana e naturale.”

COOKING AFTER COVID
Denis Lovatel non è nuovo a collaborazioni di rilievo e a prestigiose partecipazioni a eventi ben al di fuori dei confini nazionali. Di recente infatti, dopo aver presentato anche al simposio internazionale Food on the Edge a Galway (Irlanda), ha condiviso il suo punto di vista sul mondo della pizza post-pandemia, nel libro appena pubblicato dal titolo “Cooking after Covid”, promosso dallo chef irlandese stellato Michelin JP McMahon . Il libro è una raccolta delle prospettive degli chef su come si svilupperà l’industria alimentare dopo il COVID. Lovatel è presente insieme ad alcuni tra i migliori chef al mondo, come Alex Atala, Dominique Crenn, Massimo Bottura, Norbert Niederkofler, Elena Arzak, Albert Adrià, Quique Dacosta, Jock Zonfrillo e molti altri.
“In questi ultimi anni ho pensato molto a come sarà l’evoluzione della mia pizza – racconta Denis – A maggior ragione in questo difficile periodo di incertezze, si è concretizzata la volontà di utilizzare sempre di più i prodotti del mondo vegetale, prodotti sostenibili e rispettosi dell’ambiente e di chi lo vive e ci lavora. Sono sicuro che questa sarà anche la tendenza post covid del mondo pizza”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *