Il Vermouth di Torino

Il Vermouth di Torino

Si chiama OLD – Vermouth di Torino ed è il protagonista dell’ultima sfida enologica di Ferro13, la cantina veronese che, fin dalla sua nascita, nel 2015, si è presentata come atipica, raccontando il mondo del vino in modo unconventional, sovvertendone gli schemi tradizionali.

Pregiato e aristocratico, vino liquoroso per eccellenza, è prodotto in edizione limitata grazie all’unione di Hashtag e Gentleman, due referenze top di gamma della cantina veronese

OLD perché i cinque soci di Ferro13 hanno deciso di portare in bottiglia, mutuandolo dall’inglese, un modo colloquiale per salutare un amico di lunga data che, indipendentemente dall’età anagrafica, in Veneto viene abitualmente apostrofato “vecio” (vecchio) in maniera scherzosa.

Prodotto in “limited edition”, Ferro13 presenta le prime 1.713 bottiglie di una nuova referenza che, di annata in annata, uscirà sempre in numero limitato per salvaguardarne la preziosità ed esaltare il valore di ogni singola bottiglia.

“Questa cifra ben precisa – spiega Gabriele Stringa, co-founder di Ferro13 – non è stata scelta a caso, ma è il frutto dell’unione di due numeri, 17 e 13, che notoriamente non sono legati a buoni auspici. Nel nostro caso li abbiamo scelti volontariamente per esorcizzare eventuali malesorti. Non solo. 17 è anche la gradazione alcoolica contemplata nel disciplinare affinché questo vino possa essere definito Vermouth di Torino”.

Vermouth di Torino

Tra i vini aromatizzati più popolari, il vermouth è presente ovunque nel mondo, ma è una eccellenza piemontese già apprezzata in Casa Savoia dalla seconda metà del Settecento. Torino, con Firenze e Venezia, fu uno dei maggiori centri di produzione e il Piemonte, in particolare, possedeva due peculiarità che lo posero ben presto in una posizione privilegiata: le piante aromatiche, che abbondavano sulle Alpi, e il bouquet dei vini bianchi, secchi e dolci, che si combinavano bene con la fragranza delle erbe. Questi due fattori spiegano perché la regione diventò il principale centro dell’industria del vermouth, quando emersero nomi di spicco del settore come Carpano, Cinzano e Martini.

Il Vermouth di Torino si inserisce nel solco di una lunga tradizione vitivinicola che prevede l’utilizzo di soli vini italiani (sia bianchi che rossi) e che Ferro13 ripropone a partire da due referenze top di gamma della propria collezione, Hashtag e Gentleman. Hashtag è un Sauvignon Blanc varietale molto apprezzato per la spiccata acidità e mineralità, mentre Gentleman è un Pinot Nero dell’Oltrepò Pavese DOC.

Le uve, che crescono tra il Veneto, il Friuli e la Lombardia, vengono raccolte e vinificate in stile Borgogna e rimangono a lungo a contatto con i lieviti prima di essere trasformate e arrivare in bottiglia.

Per la parte erboristica protagonista è l’Artemisia absinthium L., o “Assenzio maggiore”, quale elemento aromatizzante più importante. La parola “vermouth” deriva infatti dal tedesco wermut, che identifica proprio questa pianta, spontanea e abbondante in Piemonte, regione dove Ferro13 effettua anche la distillazione.

OLD è un Vermouth di Torino originale, in cui il vino non fa da sottofondo, ma è protagonista con sue le note varietali, in perfetto stile Ferro13.

Dal colore ambrato, con note di piccoli frutti rossi, il profumo di agrumi e una sottile speziatura fanno di OLD un vermouth elegante e sofisticato, che emoziona, ricco di sentori, delizioso da bere liscio o perfetto per arricchire i grandi cocktail classici.

Vermouth di Torino

La cantina veronese consiglia di degustarlo in abbinamento a un dolce come la ganache al cioccolato, con il brano “Old Town Road” di Lil Nas X & Billy Ray Cyrus come sottofondo musicale oppure durante la visione del film “Old Boys” di Toby MacDonald. Per chi ama la lettura, invece, un sorso di OLD – Vermouth di Torino viene suggerito come accompagnamento perfetto mentre si sfogliano le pagine de “Il Grande Gatsby” di Francis Scott Fitzgerald.

Il design della bottiglia è essenziale e moderno e l’etichetta richiama i due vini con cui viene prodotto.

OLD sarà presto disponibile al prezzo di 39 €.

www.ferro13.it

Facebook: Ferro13

Instagram: @ferro13winery

TikTok: @ferro13winery

Spotify: Ferro13 Winery

Contatti Ufficio Stampa

AR PR & Communication | press@alessiarizzetto.com

A Vostra disposizione:

Hashtag                                              Hipster                                Nerd

Alberto Zampini                              Gabriele Stringa                              Alberto Buratto

M: +39 347 31 80 231                     M: +39 393 33 39 790                     M: +39 347 53 50 554

alberto@ferro13.it                         gabriele@ferro13.it                       a.buratto@ferro13.it

Ferro13

Ferro13 è una cantina veronese nata da un’idea di Marco Bernabei, Alberto Buratto, Gabriele Stringa e Alberto Zampini, quattro amici con esperienze professionali diverse, ma accomunati dalla passione per il mondo del vino. Un amore così forte da spingerli a gettarsi in un progetto comune per realizzare il sogno. Grazie a un lavoro attento e capillare Ferro13 ricerca i vigneti migliori, quelle uve che possono portare in bottiglia il massimo della qualità da tutti i punti di vista. Ogni referenza di Ferro13 è un microcosmo, un blend dove trovano spazio territori, uve e sistemi di vinificazione volti a produrre etichette secondo i più alti standard enologici. Ferro13 ricerca non solo l’innovazione, ma anche la tradizione, perché segue ogni passo per garantire sempre l’eccellenza e trovare le sfumature e le espressioni migliori di ogni vitigno.

Nel 2016 è avvenuta la prima vendemmia, che ha portato a una produzione di 8 tipologie di vini da 8 regioni diverse. Una cantina non convenzionale che si presenta attraverso referenze innovative, a partire dai nomi e dall’etichetta. Ogni prodotto (Hashtag, Hipster, Nerd e Gentleman) è l’alter ego di ciascun socio, con l’aggiunta di The Lady, come tributo alle donne, The Boss, che rappresenta il Gruppo, Hacker, dedicato a tutti gli innovatori, e Link, come mascotte aziendale.

Attualmente Ferro 13 è presente in alcuni dei mercati globali del vino più importanti, quali Europa, Americhe, Russia, Sud-Est Asiatico, Australia e Africa, per un totale di 45 Paesi del mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *