Un menù sempre accattivante

Un menù sempre accattivante

Il locale di Via Belli ha conquistato il pubblico romano anche per lo stile personalissimo della location, Carter Oblio coniuga un minimalismo di impronta nordica ad una calda densità materica. Ogni dettaglio è rifinito con grande cura per consentire un’esperienza di degustazione originale e godibile. Carter Oblio si è fatto conoscere ed amare in breve tempo dal pubblico romano grazie all’inventiva e all’estro del suo talentuoso Chef Ciro Alberto Cucciniello, noto per il ricco lavoro profuso sui lievitati e sulle fermentazioni. Il ristorante vanta un dehors, con ampia pedana di fattura artigianale in legno, è una rilassante appendice di stile degli interni, di cui conserva la gradevole eleganza. Lanterne, candele calde e luci soffuse accompagneranno le serate primaverili di Carter.

Chi segue Carter Oblio sa che lo Chef Cucciniello ha abituato il suo pubblico al continuo rinnovamento di un menù sempre accattivante, che spazia tra materie prime disparate con grinta, ingegno e sapienza di risultato. Questa riapertura strizzerà come sempre l’occhio alle novità, con la consueta attenzione alla stagionalità dei prodotti e alla vivacità dei metodi di cottura.

Alcuni cavalli di battaglia richiestissimi dal pubblico saranno confermati, è il caso del Bitter Calamaro, dal gusto dolceamaro, fresco e impetuoso. Confermato anche il Crudo, stracotto e bruciato, il piatto che accorpa tre differenti cotture del manzo, giocando sulle consistenze, in abbinamento al Radicchio tardivo condito con colatura di alici. La tartare di manzo in cima viene “bruciata” a fiamma viva. Il tris: Polpo, Datterino e Cipolla rossa sarà riproposto nella Calamarata dello Chef. Stuzzicanti novità stagionali dai colori sferzanti sono la Scapece di Cernia, Friggitelli, Cipolla di Tropea e Nespole, il Fegato di Rana Pescatrice con Yougurt di Capra, Pesche al Vino e Salicornia.

Tra i primi confermati gli amati Ravioli con ripieno di Salsiccia, Stracchino e Pane “abbruscato”. Integrate in menù tante deliziose novità, come i Rigatoni, Piselli, Mosto Cotto e Parmigiano, dove la dolcezza dei piselli è solleticata dall’ “agro” pungente del mosto. E ancora imperdibili gli Ziti Spezzati alla Genovese di Palamita, Pecorino e Finocchietto Selvatico, e le corpose Fettuccine al Tartufo, Guanciale e Vignarola Romana.

Anche i secondi meritano tutti di essere provati: 2 Fave con un Piccione, Abanico Iberico, Aioli Fermentato, Kimchi e Crescioni; Polpo fritto, Scarola dolce, Ravanelli e Borragine; Manzo Affumicato, Bufala e Bieta alla brace. Unico erede tra i secondi del precedente menù, l’amatissima Faraona al Fieno, Misticanza di Campo e Patate alla Camomilla.

Insomma, Carter Oblio, fulcro gastronomico del quartiere Prati e non solo, promette di essere uno degli appuntamenti imperdibili della primavera romana e di questa tanto attesa ventata di ritorno alla vita.

Carter Oblio essenza della ristorazione al quartiere Prati di Roma

Ogni novità di menù viene presentata sulla pagina instagram: @carteroblio.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *