Terrazza Triennale

Terrazza Triennale

Cenare lasciando il mondo fuori a Terrazza Triennale

Un luogo scenografico con vista sul verde di Parco Sempione e sull’affascinante skyline milanese, quello di ieri con il Castello Sforzesco, e quello di oggi con i grattacieli di Porta Nuova.

Terrazza Triennale Osteria con Vista è il rooftop dove prendersi un aperitivo speciale e cenare spensierati, godendo di serate dall’atmosfera suggestiva, lasciando il mondo fuori.
Per l’estate 2021 l’Executive Chef Stefano Cerveni insieme al Resident Chef Salvatore Demuro hanno studiato una nuova proposta solare e colorata fatta di piatti dai sapori puliti e “dritti”, che fanno risaltare l’alta qualità della materia prima. Sapori che, dopo aver soddisfatto l’occhio, esplodono in bocca nella loro essenza, senza troppi fronzoli.

chef Stefano Cerveni

Sempre piatti ben leggibili, italiani, gustosi e leggeri, con l’introduzione di novità intriganti, senza mai dimenticare gli apprezzati classici come la Costoletta di Vitello alla Milanese, Pomodorini e Rucola Selvatica, gli Spaghetti di Gragnano, Pomodoro San Marzano…con Vista o il signature Linguine grezze Cavalier Cocco Cacio&Pepe con tartare di Gambero Rosso di Mazara del Vallo.
Le emozioni del nuovo menu estivo hanno inizio con La “nostra” insalata di mare, un antipasto che riprende l’immagine ideale di un fondale marino con -secondo mercato- mazzancolle, mandorle di mare della Bretagna, seppie, calamari, salicornia e spugne di prezzemolo, adagiati su nero di seppia e crema di zafferano e limone.
Oppure si può scegliere la delicata Burrata, carpaccio di Gambero Rosso e ciliegie, con punte di bisque che impreziosiscono il gusto di mare di questo antipasto.

Risotto

Tra i primi piatti i Fagottelli di pasta fresca, ragù di triglia di scoglio, pomodorino candito, basilico e lime rappresentano letteralmente il concetto di esplosione di sapori in bocca: il ripieno dei fagottelli è infatti un fondo di triglia liquido, mentre il ragù di triglia è il condimento solido esterno. Altrettanto inaspettata la Calamarata di Gragnano, burro di alici e pane bruciato, che è una pasta nuda, bianca dal sapore sorprendente (il burro acido è un burro al lime, mantecato con alici).

I secondi spaziano dal Salmone selvaggio al Polpo fritto mediterraneo, dalla saporita Bistecca di Manzetta Prussiana con cipolle confit e sapori mediterranei (una sorta di chimichurri con basilico, coriandolo, prezzemolo, finger lime e peperoncino) al Pollo laccato al miele con Quinoa e bietole arcobaleno.
A spingere l’acceleratore del gusto con note esotiche la Melanzana Fondente, Curry, Cocco e Tartar di Pomodori confit, che chef Cerveni ha già lanciato con successo al suo Due Colombe in un ideale viaggio onirico India -Franciacorta, e la Cupola di Mousse al Mango e Cioccolato Bianco, crumble al rosmarino, dolce ma non troppo congedo a una serata speciale.

Linguine cacio, pepe e gambero

La magia di Osteria con Vista vive anche grazie alla carta dei cocktail di Rogger Prieto (ultima sua creazione: Moonlight, fresco drink a base di Gin Tanqueray, yuzu. limone, sherbet all’arancia e stick di sedano) e a quella dei vini che il sommelier Giorgio Mariotti racconta con passione e leggerezza, quella leggerezza di cui tutti abbiamo bisogno e che in Terrazza sanno dare.

Terrazza Triennale – Osteria con Vista, inaugurata nel 2015 durante EXPO ristrutturando l’originale terrazza della Triennale di Giovanni Muzio del 1933, è diventata una tappa imprescindibile della città, il rooftop per eccellenza, non solo per un pubblico internazionale, me anche per il milanese doc.

Questo grazie a una posizione senza eguali (è uno dei migliori roof-top cittadini)e grazie al suo ristorante con bar che guarda lo skyline di Milano: da un lato il passato (il Castello Sforzesco) e dall’altro presente e futuro (i grattacieli di Porta Nuova), uniti dal polmone verde di Parco Sempione.
La cucina di Osteria con Vista propone una carta con classici della tradizione italiana, alleggeriti e modernizzati, seguendo una filosofia che privilegia la scelta di materie prime di stagione e menu che ruotano periodicamente.
Al banco-bar, affascinante isola simmetrica ai fornelli, i barman miscelano cocktail (noti come “miscugli”) pre-dinner e after-dinner, con la medesima filosofia del ristorante: semplicità ed equilibrio.www.osteriaconvista.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *