OPERE UNICHE

OPERE UNICHE

EATALY MILANO SMERALDO, ASSOCIAZIONE ILLUSTRI E KARTELL INSIEME PER LA DESIGN WEEK: 8 OGGETTI ICONICI DELLO STORICO BRAND DI DESIGN MADE IN ITALY DIVENTERANNO OPERE UNICHE GRAZIE ALL’INTERVENTO DI ILLUSTRATORI E GIOVANI EMERGENTI

Venerdì 3 settembre il punto vendita milanese di Eataly ospiterà una speciale performance live in cui gli artisti decoreranno gli oggetti, che resteranno in esposizione all’interno del negozio fino al 15 settembre. La mostra culminerà con un’asta benefica via Charity Stars dove sarà possibile aggiudicarsi le opere.

Eataly Milano Smeraldo racconta la sua interpretazione sulle “nuove forme dell’abitare” con Casa Illustri da Eataly, uno speciale progetto insieme a grandi interpreti del mondo del design e dell’illustrazione grazie alla collaborazione con Kartell, partner storico di Eataly e per vocazione attento a ogni forma di creatività che reinterpreti i suoi progetti.

Ancora protagonista e partner Associazione Illustri, vero e proprio riferimento nel mondo dell’illustrazione italiana, una rete professionale attiva e impegnata in numerosi eventi come mostre, attività di formazione, incontri organizzati in diverse città e, soprattutto, Illustri Festival, la biennale d’illustrazione ospitata nel centro storico della città di Vicenza. In continuità con Illustri All’aperto, un progetto che ha animato Piazza XXV Aprile per tutta l’estate grazie a un’esperienza immersiva nel contesto urbano con live painting e opere uniche decorative, Eataly chiama i 4 illustratori che hanno firmato le varie vesti del chiosco all’esterno insieme a 4 giovani illustratrici emergenti a decorare gli oggetti di uno storico brand di design. Il lavoro creativo si esprimerà sui pezzi simbolo di Kartell, marchio leader nel design che racchiude ricerca e innovazione tecnologica e da sempre sensibile alla contaminazione con il mondo dell’arte e dell’eccellenza Made in Italy.

Venerdì 3 settembre gli 8 illustratori saranno i protagonisti di una performance live all’interno del punto vendita in cui decoreranno, ognuno con il proprio stile, pezzi come la poltrona Uncle Jim, design Philippe Starck, Red Dot Design Award 2016, che verrà personalizzata da Luca Font e Martina Dirce Carcano nella versione bianca; la lampada Big FL/Y, design Ferruccio Laviani, che verrà impreziosita dal contributo di Elisa Macellari e Lara Montresor; il contenitore Componibili, design Anna Castelli Ferrieri, che verrà illustrato da Francesco Poroli e Lucrezia Viperina; la sedia Piuma, design Piero Lissoni, Red Dot Award 2017, su cui interverranno Ilaria Faccioli e Anna Spreafico.

ILLUSTRI_Faccioli_Font_Poroli_Macellari

Gli otto capolavori Kartell, reinventati dagli Illustri e dalle Giovani Illustri, resteranno in esposizione negli spazi interni di Eataly Milano Smeraldo fino al 15 settembre, quando saranno messi all’asta su Charity Stars: il ricavato andrà a sostegno del Refettorio Ambrosiano di Milano, un luogo dove solidarietà e arte si incontrano nella convinzione che la bellezza, in ogni sua forma, possa diventare strumento per riconoscere la profonda dignità della persona.

Gestito dalla Caritas Ambrosiana e progetto pilota di Food for Soul, la ONLUS dello Chef Massimo Bottura, il Refettorio Ambrosiano è una mensa per svantaggiati che serve

pasti di qualità a partire dal recupero di eccedenze alimentari, in un luogo accogliente e curato da architetti, designer, artisti e case di design per far sì che il pasto sia un momento di ristoro non solo per il corpo, ma anche per l’anima.

“Eataly Milano Smeraldo lavora ogni giorno per conservare e promuovere l’animo artistico e culturale dello spazio che lo accoglie, la storica sede del Teatro Smeraldo. Questa iniziativa pensata per la Design Week è parte di una serie di esperienze immersive e conviviali che puntano a celebrare la creatività, le idee di qualità e la bellezza, in linea con la missione che da sempre perseguiamo nel mondo dell’enogastronomia”, ha dichiarato Clotilde Balassone, Head of Marketing di Eataly.

Kartell oggi è la sintesi perfetta del suo passato e della sua continua proiezione verso il futuro, combinando il grande patrimonio della cultura d’impresa con la voglia di esplorare sempre nuovi percorsi e nuove esperienze dominate dalla grande passione del fare. Il dialogo con designer affermati e giovani talenti è da sempre un motore trainante delle nostre idee. La partnership con Eataly, consolidata negli anni grazie ad allestimenti speciali in store italiani e internazionali, si riconferma quest’anno grazie all’intervento dell’Associazione Illustri testimoniando ancora una volta il legame tra i due marchi che raccontano l’Italia nel mondo. Questo progetto ci consente inoltre di aiutare nuovamente una realtà milanese importante per il lavoro che svolge nel dare dignità e aiuto ai più deboli. Caritas Ambrosiana e Refettorio Ambrosiano sono un vero punto di riferimento del ‘grande cuore’ di Milano”, ha dichiarato Lorenza Luti, Direttore Marketing & Retail di Kartell.

“Siamo felicissimi di essere ospiti di Eataly Milano Smeraldo per Casa Illustri. Oltre a sostenere una buona causa, l’iniziativa sarà un’occasione straordinaria per fondere il linguaggio dell’illustrazione contemporanea con quello del grande design firmato Kartell e di farlo dando voce e spazio al talento di quattro giovanissime illustratrici, oltre a quello dei quattro professionisti già protagonisti dell’estate in piazza XXV Aprile”, ha commentato Francesco Poroli, supervisore artistico del progetto e direttore artistico di Illustri Festival.

BIO DEGLI ILLUSTRATORI:

ELISA MACELLARI

Elisa Macellari è un’illustratrice italo-thailandese nata e cresciuta a Perugia e di base a Milano. Dal 2012 è illustratrice freelance per case editrici e riviste nazionali ed estere. Tra i suoi clienti The New York Times, Cartoon Network, Il Sole 24 Ore, 7 Corriere della Sera, Donna Moderna, Mondadori, Feltrinelli, Einaudi, Realtime, Langosteria, Karimoku New Standard, B&B Italia. Nel 2018 pubblica il graphic novel “Papaya Salad” edito da BAO Publishing, tradotto in Francia da Steinkis, in Spagna da Liana Editorial e negli Stati Uniti da Dark Horse Comics. Nel 2020 pubblica la graphic-biography “Kusama, ossessioni, amori e arte”, edito in Italia da Centauria Libri e tradotto in inglese e tedesco da Laurence King Publishing e in francese da Editions du Chêne. Nel 2017 vince la Gold Medal di Autori di Immagini nella categoria editoria e nel 2019 la Silver Medal nella categoria fumetto. Il suo lavoro è stato esposto in Italia e all’estero.

ILARIA FACCIOLI

Ilaria Faccioli vive e lavora a Milano, dove ha fondato “Due mani non bastano”, studio che si occupa di illustrazione e di progettazione grafica. Lavora principalmente per l’editoria per l’infanzia: i suoi lavori sono stati pubblicati, tra gli altri, da Rizzoli, Feltrinelli, Electa Kids, Usborne. Per diversi anni ha lavorato anche nel settore del textile design disegnando collezioni di tessuti. Conduce workshop di colore e fantasia con i bambini a partire dai 3 anni.

LUCA FONT

Di Bergamo, classe 1977. Writer, tipografo occasionale, viaggiatore interessato, convinto sostenitore della tradizione e soprattutto della sua intrinseca relatività. Da treni e muri fino ai tatuaggi passando per i lavori su carta, il minimo comune denominatore è l’interesse manifesto per grafica e sintesi visiva, funzionalità e modernismo, in nome della costante ricerca di un punto d’incontro tra creazione e razionalità.

FRANCESCO POROLI

Francesco Poroli è nato e vive a Milano. Dal 2000 lavora come illustratore e art director freelance. Durante questi anni ha pubblicato su testate quali The New York Times Magazine, Wired, GQ e Il Sole24 Ore. Ha inoltre lavorato per clienti come Facebook, Campari, Apple, NBA, Barilla, FCA e molti altri. Nel 2017 ha pubblicato “Like Kobe – Il Mamba spiegato ai miei figli” per Baldini&Castoldi. I suoi lavori sono stati premiati da Society of Illustrators New York e The Society of Publication Designers. È direttore artistico di Illustri Festival, speaker TEDx e insegna presso IED Milano, Bauer e Domus Academy.

MARTINA DIRCE CARCANO

Martina Dirce Carcano è scenografa e illustratrice. Ha lavorato come pittrice di scena in vari laboratori d’Italia, tra cui quello del maestro Libralato e del Teatro alla Scala. Alla carriera teatrale affianca la ricerca nel campo dell’illustrazione con progetti personali e pubblicazioni. In quest’ultimo anno in cui i teatri non hanno aperto i sipari, ha anche frequentato un corso di specializzazione di IED Milano. Lavora al suo progetto “STILL a LIFE” – ritratti in via d’estinzione sul suo canale Twitch, in un format di divulgazione artistica e attivismo gentile.

LARA MONTRESOR

Lara Montresor ha 22 anni ed è una giovane illustratrice italiana. Originaria di un piccolo paesino in provincia di Verona, Valeggio sul Mincio, è cresciuta circondata da natura, matite colorate e fogli bianchi. Cercando di far della sua passione il suo lavoro, si è recentemente laureata presso l’Istituto Europeo di Design di Milano. Da sempre appassionata al mondo dell’illustrazione, ama creare immagini che trasmettano il suo personale punto di vista della realtà che la circonda.

ANNA SPREAFICO

Anna Spreafico nasce nel 1997 a Lecco e nel 2021 si diploma in illustrazione allo IED di Milano. Nel 2020 viene selezionata al concorso “Notte di fiaba” con partner Orecchio Acerbo. Nella primavera 2021 arriva tra i finalisti del contest internazionale “Global Panda Illustration” per l’associazione Cinese Shenzen Illustration Associaton e nello stesso anno viene selezionata al “Silent Book Contest” di Carthusia.

LUCREZIA VIPERINA

Lucrezia Pompa, in arte “Lucrezia Viperina”, nasce a Roma nel 1996, città che lascerà dopo poco per trasferirsi a Milano, dove tuttora vive e lavora. Il suo mondo fin da bambina è quello tramandato da una famiglia di artisti, colmo di immaginazione e creatività. Diplomata al liceo artistico di Brera nel 2016, decide di proseguire i suoi studi all’Istituto Europeo di Design frequentando il corso di illustrazione e animazione. Si laurea “cum laude” in illustrazione nel 2019, partecipando con successo a numerosi concorsi per marchi come Swatch, Flying Tiger e Amref. Oggi collabora con mondi diversi come musica, moda (Laboutik e Australian) e food.

GLI ARTICOLI KARTELL PROTAGONISTI DELL’INIZIATIVA

UNCLE JIM, design Philippe Starck, Red Dot Design Award 2016

La poltrona Uncle Jim riprende le forme e la sinuosità del divano Uncle Jack, prestandosi alle più svariate esigenze di arredo. Disegnata da Philippe Starck, Uncle Jim è adatta anche per ambienti esterni. La poltrona Uncle Jim è realizzata in un unico blocco: il policabonato è sagomato una sola volta in uno stesso stampo. Nonostante le sue ampie dimensioni, Uncle Jim è ultra leggera (solamente 11 kg) e molto resistente. Uncle Jim si caratterizza per avere forme davvero accoglienti: grande schienale e braccioli dalle linee ondulate che sembrano accogliervi a braccia aperte.

BIG FL/Y, design Ferruccio Laviani

FL/Y è una lampada a sospensione dalle linee essenziali. La particolare trasparenza del materiale e la lucentezza dei colori richiama l’idea di una bolla di sapone, cangiante ai riflessi della luce. Inoltre la calotta non è perfettamente semisferica ma il piano secante è al di sotto dell’altezza del diametro per raccogliere maggiormente la luce. La lampada è proposta in tre diverse misure: Fl/Y (diametro 52cm, altezza diffusore 33cm), Small Fl/Y (diametro 38cm, altezza diffusore 28cm) e Big Fl/Y (diametro 83cm, altezza diffusore 55cm).

COMPONIBILI, design Anna Castelli Ferrieri

Gli elementi componibili sono stati progettati per rispondere a diverse esigenze d’uso e vivere in ogni ambiente della casa. I Componibili nati nel 1967 sono un classico senza tempo dell’arredamento, sono proposti oggi in forma rotonda con diametro da 32 cm. Grazie alle composizioni fisse da due, tre e quattro elementi risultano essere funzionali e pratici per ogni ambiente.  Questo modello viene proposto in sei finiture glossy e una finitura silver opaca.

ILLUSTRI_POROLI

PIUMA, design Piero Lissoni, Red Dot Award 2017

“Piuma” è uno dei prodotti più rivoluzionari e arditi nell’evoluzione delle tecnologie e dei materiali utilizzati da Kartell. È la prima volta che un materiale contenente fibra di carbonio viene stampato ad iniezione. La seduta ha uno spessore minimo di pochi millimetri (massimo 2 mm) per un risultato di una seduta ultraleggera (appena 2,2 kg). Piuma è leggerissima e sottilissima, ma anche incredibilmente resistente, flessibile e adatta all’utilizzo outdoor.

Link all’asta: charitystars.com/eataly

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *