TuffOlio 2021

TuffOlio 2021

La chef Marianna Sessa è stata uno dei protagonisti di TuffOlio degli Artisti del gusto 2021, in combinazione con l’azienda campana RIZZO.

Alla postazione allestita nella suggestiva Villa Vazia a Bacoli, gli ospiti hanno degustato

E’ TUTTO IN UN ABBRACCIO

CIALDA DI PASTA BRISE’E

CREMA  DI ALLORO

BACCALA’ IN OLIOCOTTURA

POMODORO CRUDO

SCAROLA RICCIA

POLVERE DI OLIVE

OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA “RIZZO”

foo Nicola Guarino

Il format  di TuffOlio, vede come protagonista l’ingrediente base della dieta mediterranea, il pregiato olio extravergine d’oliva italiano di alta gamma.

Nell’incontro-degustazione “Chef-Aziende” ci sono state proposte tradizionali e al tempo stesso innovative, che hanno permesso di assaporare pietanze armonizzate da eccellenti oli Evo italiani.

I frantoi presenti,  hanno proposto degustazioni tecniche, ma anche semplicemente degustazioni all’italiana, dove il filo d’olio ha insaporito la fragrante fetta di pane. Ogni chef è stato abbinato ad un frantoio ed ha realizzato una pietanza armonizzata dal suo olio Evo. Gli oli, come i vini e le acque, incorniciati nel fascino di un racconto di storia e tradizioni, rappresentano territori diversi, con un proprio e profondo bagaglio identitario che riconduce alla regione d’appartenenza e proprio per l’unicità delle caratteristiche organolettiche, permette di portare in tavola diverse identità di zona, da abbinare ad ogni portata.

Marianna Sessa executive chef della struttura Il Postale di Salerno ha fatto della cucina il suo sogno e la sua passione. Dopo anni di esperienza tra Mantova e Verona, ritorna in Campania, alle sue radici, per proporre la sua cucina tradizionale con sfumature dettate da una rivisitazione basata sulle più moderne tecniche culinarie. Proprietaria e chef dell’attività  di catering per eventi, banqueting “Chef da te”. Responsabile della rubrica “Gusto” sul quotidiano on line salernonews24 , è  in procinto di pubblicare il suo primo libro di ricette con cui promette di affascinare  i lettori appassionati come lei di cucina.

E’ la passione che guida i suoi passi e la sua ricerca di perfezione che mira ad una commistione tra la  qualità  dei prodotti utilizzati e le voci di narrazione. I viaggi vissuti, i luoghi amati i sapori provati ritornano prepotentemente  nelle ricette proposte dallo chef Sessa perché, se la vita è  un viaggio, è  cosa giusta viverla con gusto! …


L’Azienda Agricola Rizzo nasce agli inizi del 2000 nel cuore del Parco Nazionale del Cilento Cardile di Gioi, in provincia di Salerno a metri 500 metri di altitudine con una esposizione a Sud-Est con il golfo del Cilento e mar Tirreno sullo sfondo.

L’azienda Rizzo ha un oliveto di circa 500 pianta di olive: Salella, Frantoio, Leccino con età media di 20/25 anni è produzione di circa q.li 10/15 annui. La coltivazione è fatta esclusivamente con prodotti naturali organici, tecnica della biocippatura e potatura di mantenimento tradizionale.

Al momento è in atto solo produzione di extravergine ed è in corso il riconoscimento anche del biologico.

La raccolta viene effettuata nel periodo di perfetta maturazione fra la fine di ottobre inizio novembre e scrupolosamente solo con scuotitori meccanici. Le olive raccolte non  toccano terra, dalla pianta cadono direttamente sulle reti che vengono installate all’atto. La molitura  avviene max entro le 12 ore dalla raccolta presso frantoio locale con sistema di frangitura a martello e centrifugazione a freddo entro i 26°.  Risultato: da una pasta bianca un olio di colore verde intenso e riflessi gialli preziosi con un profumo e sapore dal sentore fruttato con note di foglia verde, gusto delicato prevalente dolce con note leggere di piccante.

L’intera produzione annua, in unico lotto, viene testata presso laboratorio locale per analisi alimenti HACCP. I risultati rientrano negli standard di legge: acidità >0,80; perossidi >20; K232 >2,50; K270 >0,22; K >0,001 con classificazione finale “Olio extravergine di oliva”. Il prodotto finale viene stoccato in apposito locale scuro a temperatura controllata entro i 15/18° gradi in contenitori di acciaio inox sottovuoti senza la presenza di alcun elemento di disturbo. Dopo un riposo e un travaso a circa 2 mesi di distanza viene imbottigliato ed etichettato, prevalentemente secondo la richiesta della clientela in bottiglie di vetro o contenitori di alluminio.

Dal 2020 l’azienda Rizzo rientra nel circuito del Distretto Culturale Rurale “Antico Cilento”. Nel 2021 è stato riconosciuto dal Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano e Alburni. Sempre nel 2021 è stato inserito nelle “Guide di Repubblica” – Ai sapori e ai piaceri – La dieta Mediterranea – I sapori del Parco del Cilento Vallo di Diano e Alburni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *