L’ARCIMBOLDO D’ORO ALLA PASTICCERIA ROMOLO

L’ARCIMBOLDO D’ORO ALLA PASTICCERIA ROMOLO

L’ARCIMBOLDO D’ORO ALLA PASTICCERIA ROMOLO

L’Arcimboldo, magazine enogastronomico, ha spento le prime dieci candeline e il suo simbolo il famoso omino Artista del gusto,logo che marca le edizioni di TuffOlio ttps://www.larcimboldo.it/category/tuffolio  e del Festival Artisti del gusto https://www.larcimboldo.it/category/festival-artistidel-gusto, eventi ideati e organizzati dal team di Angela Merolla, da quest’anno diventa d’oro “L’Arcimboldo d’Oro, un vero e proprio riconoscimento, rilasciato unicamente ad una rosa di eccellenti professionisti del settore enogastronomico.

A tenere a battesimo la prima assegnazione de “L’Arcimboldo d’Oro” riservata al settore della “Pasticceria”, il Teatro MAV Museo Archeologico Virtuale di Ercolano. A pochi passi dagli scavi archeologici dell’antica Herculaneum, il MAV rappresenta un centro di cultura e di tecnologia applicata ai Beni Culturali e alla comunicazione, tra i più all’avanguardia in Italia.

Sul palco a ricevere L’Arcimboldo d’Oro, Remo Mazza, maestro pasticciere e titolare della Pasticceria Romolo a Salerno.

Una vera e propria vocazione quella di Romolo Mazza per l’arte pasticciera, che dopo averla approfondita per ben 13 anni presso pasticcerie della capitale, nel 1967 torna  a Salerno  e prende vita il suo sogno, quello della Pasticceria Romolo.

Un’attività a conduzione familiare che, ben presto si lascia apprezzare per le sue creazioni dolciarie di alta qualità, una pasticceria dinamica che oltre alle classiche produzioni di grande raffinatezza come le sfogliatelle, tende a realizzare prodotti al passo con i tempi. La Pasticceria Romolo è un pezzo di storia della città di Salerno, location che di recente ha sostenuto un attento restyling dei locali, con tanto di caffetteria, banco del gelato artigianale, enoteca, tavolini e vetrine a vista dove ammaliano le raffinate preparazioni dolci e salate, sia classiche che di tendenza, accattivanti nei colori e nelle forme.

Oggi la pasticceria è condotta dai figli del fondatore: Remo che ha ereditato la passione per l’arte pasticciera, Carmen, che si occupa dell’amministrazione e Ilaria del marketing.

Remo oltre ad essere un brillante pasticciere è un esperto della lavorazione del cioccolato più pregiato, tant’è che ha vinto  a Perugia , nello stabilimento Perugina il premio Chocoart  e al Sigep di Rimini il trofeo Gami Poker d’assi. Dalla pasticceria della tradizione, alle specialità  dolciarie nazionali, alle prelibatezze salate, ai cioccolatini fatti a mano, il maestro pasticciere Remo Mazza, conduce alla riscoperta di sapori legati al territorio. Utilizza infatti prodotti tipici come le nocciole di Giffoni e limoni di Amalfi.

La Pasticceria Romolo ha modernizzato i propri prodotti sulle fondamenta di esperienze passate, ottenendo riconoscimenti nazionali e internazionali. Inseguito all’ innovazione nel campo del cioccolato, Remo, si è dedicato alla produzione di torte moderne. Nasce così la Venere Nera: savoiardo al cacao, sfoglia di nocciola pralinata, mousse al cioccolato origine 70% Venezuela, crema pralinata di nocciole IGP, glassa al cacao.

Venere Bianca: savoiardo al cacao, biscotto alle mandorle, cremosa al cioccolato fondente origine Brasile, crema alle mandorle e cioccolato bianco, glassa al cioccolato bianco.

Nocciolotta: biscotto alla nocciola, sfoglia di nocciola pralinata, crema nocciolata, savoiardo, crema al cioccolato bianco, mousse pralinata alla nocciola IGP di Giffoni.

Azteca: tre cioccolati racchiusi in una cremosa bavarese con savoiardo al cacao e croccanti sfoglie di wafer.

Per l’utilizzo di materie prime sempre eccellenti, in gran parte provenienti dal territorio, per l’attenzione all’evoluzione del gusto del consumatore, per la creatività artigianale.

Inoltre per la capacità di saper raccontare la storia della pasticceria e della cioccolateria è stato assegnato L’Arcimboldo d’Oro alla Pasticceria Romolo di Salerno.

www.pasticceriaromolo.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.