L’ARCIMBOLDO D’ORO ALLA VANILY PATISSERIE

L’ARCIMBOLDO D’ORO ALLA VANILY PATISSERIE

L’ARCIMBOLDO D’ORO ALLA VANILY PATISSERIE

L’Arcimboldo, magazine enogastronomico, ha spento le prime dieci candeline e il suo simbolo il famoso omino Artista del gusto,logo che marca le edizioni di TuffOlio ttps://www.larcimboldo.it/category/tuffolio  e del Festival Artisti del gusto https://www.larcimboldo.it/category/festival-artistidel-gusto, eventi ideati e organizzati dal team di Angela Merolla, da quest’anno diventa d’oro “L’Arcimboldo d’Oro, un vero e proprio riconoscimento, rilasciato unicamente ad una rosa di eccellenti professionisti del settore enogastronomico.

A tenere a battesimo la prima assegnazione de “L’Arcimboldo d’Oro” riservata al settore della “Pasticceria”, il Teatro MAV Museo Archeologico Virtuale di Ercolano. A pochi passi dagli scavi archeologici dell’antica Herculaneum, il MAV rappresenta un centro di cultura e di tecnologia applicata ai Beni Culturali e alla comunicazione, tra i più all’avanguardia in Italia.

Sul palco a ricevere L’Arcimboldo d’Oro il maestro pasticciere Luigi Conte della premiata Vanily Patisserie di Carinaro, in provincia di Caserta.

E’ lui a dirigere il laboratorio di pasticceria supportato nella gestione della pasticceria dalla moglie , dal papà, dalla sorella e dal cognato Luigi Guarino. Una dolce conduzione familiare di un’attività che, negli anni ha saputo farsi apprezzare per la bontà e la genuinità della sua produzione di pasticceria.

Il maestro Conte porta avanti un ciclo produttivo artigianale tutti i giorni dell’anno, con le regole ed i principi dell’arte pasticcera, un lavoro intenso a cui si dedica con grande passione sin da quando poco più che ragazzino rimase incantato guardando realizzare un Tiramisù, laddove vide che nell’adottare il trattamento termico per le uova fresche, al fine di pastorizzarle, queste non cuocevano pur essendo mescolate allo sciroppo di acqua e zucchero caldo. 

Per lui fu quasi magia, da quel momento iniziò il suo percorso di formazione professionale di pasticceria, con tanto di studio, approfondimento e continua ricerca dei sapori.

La Vanily Patisserie contempla sia la tradizione che l’innovazione, le stesse “Polacche aversane” dolce tipico locale, sono realizzate nella classica versione, farcite con crema pasticciera e amarene sciroppate, ma anche con nuove farciture golose e legate al territorio campano, con un impasto ancor più leggero frutto di mirato approfondimento.

Per il maestro pasticcere Luigi Conte è fondamentale l’accuratezza nella lavorazione di ogni prodotto dolciario e non da meno l’utilizzo di ingredienti di prima scelta, selezionati con cura, privilegiando le produzioni tipiche campane, dalla Mela Annurca Campana Igp, al mandarino e l’albicocca del Vesuvio fino all’ vino Aglianico all’Asprinio di Aversa.

Nel suo percorso trentennale  non ha mai abbandonato lo studio e gli aggiornamenti soprattutto per quanto riguarda i lievitati, sostenendo la lievitazione naturale della pasta madre, per ottenere i migliori risultati in termini di digeribilità, aroma e unicità di gusto.

Da buon lievitista cura il suo lievito madre come una piccola creatura, e come tale lo chiama “Junior”,  proprio come il suo primogenito; gli dedica ogni attenzione per ottenere la migliore base da utilizzare nella realizzazione di prodotti di qualità dall’ alta digeribilità.

I lievitati delle feste a firma Luigi Conte sono il risultato di oltre 48 ore di lievitazione, dell’utilizzo del prezioso lievito madre e dei migliori ingredienti. Lievitati morbidi e fragranti che si confermano sempre tra i primi posti nelle concorsi nazionali; proprio come è avvenuto nella recente competizione organizzata dalla FIPGC che ha riconosciuto come  miglior colomba italiana in assoluto, quella a firma Luigi Conte.

Il dolce degustato in occasione dell’assegnazione de L’Arcimboldo d’Oro è stato il KABUSC, delizioso ciambellone con babà, mandorle tostate, amarene e crema, nato nel 1999 alla Vanily Patisserie.

L’Arcimboldo d’Oro è stato assegnato al maestro Luigi Conte pasticcere e titolare della  Vanily Patisserie, per l’alta qualità delle materie prime utilizzate in laboratorio, per la rinomata artigianalità dei suoi manufatti dolciari, per la continua ricerca che non trascura all’innovazione, per il privilegiare le produzioni tipiche campane, vera chiave di lettura della cultura e della tradizione locale.

www.patisserievanily.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.