IL VESUVIO TORNA A CORRERE

IL VESUVIO TORNA A CORRERE

VESUVIO ULTRAMARATHON: IL VESUVIO TORNA A CORRERE DOPO DUE ANNI DI STOP, IL 21 MAGGIO TORNA L’ULTRATRAIL ALLE PENDICI DEL VESUVIO

Nata come corsa podistica collinare di pochi km, la Vesuvio UltraMarathon è attualmente una delle gare di Ultratrail Endurance più riconosciute ed ambite a livello nazionale. Merito di una pluralità di fattori attrattivi, tra cui spicca senz’altro il suo snodarsi interamente sui sentieri sterrati del Parco Nazionale del Vesuvio, alcuni già noti come hotspot turistico. Sono 46 i km che gli atleti affronteranno, raggiungendo e scalando la cima del Cratere a quota 1200 mt, passando per il Monte Somma e i luoghi che furono del ribelle Spartaco e delle Guerre Servili contro le legioni romane.

Giunta alla quarta edizione effettiva, dopo due edizioni annullate a causa della pandemia, oggi sotto il nome di Vesuvio UltraMarathon vi è una kermesse sportiva di due giorni, 20 e 21 Maggio, che oltre alla gara principale include una gara di media distanza, il Trail del Vesuvio (23 km), e dal 2022 anche lo Spartacus Short Trail (11km). Cornice e sede logistica principale dell’evento è lo splendido Castello Mediceo di Ottaviano, luogo anche di partenza e arrivo di tutte e tre le gare. A completare l’evento vi saranno conferenze, expo di prodotti locali, party di apertura e chiusura con musica dal vivo, nel bellissimo e panoramicissimo scenario de “La Baita del Re”, sempre ad Ottaviano.

Si tratta dell’unica gara in Europa che porta gli atleti a correre sul cratere di un vulcano attivo, e tale peculiarità ha da subito incontrato il favore delle amministrazioni locali, primo tra tutti l’Ente Parco Nazionale del Vesuvio, che da subito ha appoggiato il progetto.

Unitamente, vivo è l’interesse di numerose associazioni e realtà produttive locali, che sostengono attivamente il comitato organizzativo, come anche di importanti sponsor operanti nel settore del trailrunning, che hanno creduto e continuano a credere nelle potenzialità della Vesuvio UltraMarathon. Non a caso, essa rientra tra le competizioni qualificanti per gare di livello internazionale, secondo il noto sistema ITRA.

Il trend positivo in termini di presenze ha visto la sua conferma anche quest’anno: si stima infatti che tra atleti, familiari ed amici al seguito, oltre ovviamente agli addetti ai lavori, giungeranno nella cittadina di Ottaviano più di 1500 persone, provenienti da tutta Italia e in rappresentanza di 20 paesi. Al fascino inconfondibile del Vesuvio e dei luoghi circostanti, molto ha contribuito in questi termini l’interesse manifestato da note riviste sportive italiane e non, come anche dei media.

Da piccola gara locale ad uno degli eventi più attesi del calendario agonistico, nonostante lo stop di due anni: la voglia di tornare a correre sul Vesuvio è tanta e questa è un’occasione da non perdere !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.