AD ANTONIO STARITA L’ARCIMBOLDO D’ORO 2022

AD ANTONIO STARITA L’ARCIMBOLDO D’ORO 2022

ANTONIO STARITA RICEVE L’ARCIMBOLDO D’ORO

L’Arcimboldo d’Oro ha premiato il settore Pizzeria, presso il Teatro MAV Museo Archeologico Virtuale di Ercolano, baluardo di cultura e di dialogo ai piedi del Vesuvio.

I pizzaioli selezionati, dopo una serie di valutazioni da parte di professionisti della comunicazione, sono stati premiati per i seguenti requisiti :

“Mera espressione dell’arte bianca, tramandano un mestiere antico con il saggio utilizzo di tecniche ed estro personale, trasmettono tradizione e al tempo stesso innovazione , con unicità e capacità emozionale”.

L’Arcimboldo, magazine del settore enogastronomico www.larcimboldo.it  impegnato nel narrare e trasmettere al lettore il racconto di professionisti, aziende e prodotti d’eccellenza, fonti di cultura e d’identità del vasto patrimonio enogastronomico  italiano, ha spento le prime dieci candeline e il suo simbolo, il simpatico omino Artista del gusto,  logo che marca le edizioni di TuffOlio www.larcimboldo.it/category/tuffolio   e del Festival Artisti del gusto www.larcimboldo.it/category/festival-artistidel-gusto, ovvero gli eventi ideati e organizzati dal team di Angela Merolla, da quest’anno è diventato d’oro “L’Arcimboldo d’Oro”.

La statuina dorata dalla forma moderna e stilizzata, creata dal 3D Artist Francesco Conte esperto in lighting e look dev www.frankwy.com, vuole essere un vero e proprio riconoscimento rilasciato unicamente ad una rosa di eccellenti professionisti del settore enogastronomico.

Antonio Starita  rappresenta per Napoli più di 100 anni di storia della pizza napoletana, di quella tradizione custodita da ben quattro generazioni.

 “Starita a Materdei” è una tappa fondamentale per gli amanti della vera pizza napoletana, non solo negli storici locali del rione napoletano di Materdei, ma dal 2012 anche in America, a New York, dal 2016 a Milano, e dal 2018, anche a Torino, nella meravigliosa cornice del centro storico. Tutte le pizzerie portano l’inconfondibile stile Starita, dagli impasti agli ingredienti, offrono le stesse proposte, a garanzia di poter mangiare la vera pizza napoletana come se fossero seduti a tavola nel rione Materdei.

La storia di “Starita a Materdei” porta al 1901, quando nacque come cantina e sul finire degli anni 40 ai vini vennero accostati cibi tradizionali, delineandosi poi il locale come trattoria – pizzeria e friggitoria.

È proprio come friggitoria che nel 1954 offre supporto logistico con le attrezzature e la monodopera alle riprese del film “L’oro di Napoli” nel famoso episodio che vede Sofia Loren vestire i panni di una pizzaiola bella e adultera.

VILLA ANDREA DI ISERNIA

Negli anni a seguire, con Antonio Starita, terza generazione, il locale si specializza sempre di più come pizzeria, proseguendo nella direzione della migliore tradizione della pizza napoletana.

L’impegno di Antonio continua ancora oggi con il contributo di suo figlio Giuseppe, estendendo questa lunga tradizione familiare alla quarta generazione.

Tra la collina e la calata che porta al mare di Napoli, il rione Materdei con il suo lastricato scuro accompagna per i palazzi antichi e le botteghe, le cappelle votive e le chiese, tra gli infiniti fili di panni tesi come braccia, da un balcone all’altro, lì è la pizzeria “Starita a Materdei”, proprio  nel cuore pulsante della città.

Grazie alle sue capacità artigianali, alla passione per il mestiere ereditato dai nonni, ma anche alla volontà di riscattarsi, Antonio Starita, ha conservato la tradizione dell’antico mestiere del pizzaiolo, ponendo la sua impronta non solo sul rione ma sulla città di Napoli.

Nonostante l’esaltazione del mondo della pizza e del food in genere, Antonio è sempre rimasto con i piedi ben saldi a terra,  e continua a offrire un prodotto tipico artigianale, di qualità ad un prezzo contenuto e soprattutto accessibile a tutti.

Pizzeria “Starita a Materdei” accoglie all’ingresso con il grande forno a legna e il banco per la stesura dell’impasto, le piccole sale interne si avvicendano in un lungo percorso ricavato nella profondità del caseggiato tra quelli che erano i bassi di un tempo, piccole case contigue, ora divenute moderne salette, molto accoglienti.

L’impasto contemplato nelle pizzeria Starita è  diretto e prevede 18 ore di lievitazione a temperatura ambiente, con l’utilizzo di farina 00 zero di media forza.

La pizza fritta è tra le specialità di casa Starita, ben  62 varianti sono le pizze  cotte nel forno a legna, sicuramente una più intrigante dell’altra come la Marinara Starita o la fiori e zucchine.

Ma la Montanara fritta e ripassata al forno è quella più amata, con la sua sfoglia sottile e leggera, i profumi accattivanti per il piacere del boccone perfetto e succulento, portato alla bocca con le mani e non con la forchetta, perché in questo modo si esalta il coinvolgimento emozionale di tutti i sensi.

www.pizzeriastarita.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.