A LORENZO SCIALLA L’ARCIMBOLDO D’ORO 2022

A LORENZO SCIALLA L’ARCIMBOLDO D’ORO 2022

LORENZO SCIALLA RICEVE L’ARCIMBOLDO D’ORO 2022

L’Arcimboldo d’Oro ha premiato il settore Pizzeria, presso il Teatro MAV Museo Archeologico Virtuale di Ercolano, baluardo di cultura e di dialogo ai piedi del Vesuvio.

I pizzaioli selezionati, dopo una serie di valutazioni da parte di professionisti della comunicazione, sono stati premiati per i seguenti requisiti :

“Mera espressione dell’arte bianca, tramandano un mestiere antico con il saggio utilizzo di tecniche ed estro personale, trasmettono tradizione e al tempo stesso innovazione , con unicità e capacità emozionale”.

L’Arcimboldo, magazine del settore enogastronomico www.larcimboldo.it  impegnato nel narrare e trasmettere al lettore il racconto di professionisti, aziende e prodotti d’eccellenza, fonti di cultura e d’identità del vasto patrimonio enogastronomico  italiano, ha spento le prime dieci candeline e il suo simbolo, il simpatico omino Artista del gusto,  logo che marca le edizioni di TuffOlio www.larcimboldo.it/category/tuffolio   e del Festival Artisti del gusto www.larcimboldo.it/category/festival-artistidel-gusto, ovvero gli eventi ideati e organizzati dal team di Angela Merolla, da quest’anno è diventato d’oro “L’Arcimboldo d’Oro”.

La statuina dorata dalla forma moderna e stilizzata, creata dal 3D Artist Francesco Conte esperto in lighting e look dev www.frankwy.com, vuole essere un vero e proprio riconoscimento rilasciato unicamente ad una rosa di eccellenti professionisti del settore enogastronomico.

Lorenzo Scialla, nasce a Marcianise  nel 1986, i suoi primi approcci all’arte bianca risalgono al 2010, quando rileva un locale dove lavorava come semplice banconista per pagarsi gli studi.

Da lì incomincia a sperimentare gli impasti prendendo dopo qualche mese il posto del vecchio pizzaiolo.

Lorenzo, animato dalla voglia di crescere e migliorarsi decide poi di fare un periodo di esperienze all’estero, tra Germania e Svizzera, arricchisce il suo curriculum e il bagaglio professionale, acquisendo le tecniche e l’utilizzo degli ingredienti.
Tornato in Italia, con l’entusiasmo e il desiderio di mettere a frutto la sua formazione, si trasferisce a Piedimonte San Germano  in provincia di Frosinone, dove inizia la sua crescita personale e professionale nell’arte bianca presso il Cibus Cultura Gastronomica.
Esperimenti, successi e insuccessi, hanno fatto sì che trovasse le formule perfette per i suoi impasti.
Una breve collaborazione con il maestro pizzaiolo Luciano Sorbillo, ha inspessito la sua preparazione e l’amore per l’arte bianca, consegnandogli anche insegnamenti div ita quotidiana.

Lorenzo Scialla:

“A Luciano dedico ogni mio successo. Mi ha trasmesso senza remore e con grande spontaneità, le fondamenta di quest’arte e la sua stessa passione.

Vero maestro non è chi custodisce gelosamente il proprio sapere, ma chi lo tramanda. Grazie Luciano”

Lorenzo Scialla che fa parte dell’associazione emergente, Impastatori italiani ED, amministrata da Stefano Porro e Fabio Sociani, ha partecipato a molti eventi dedicati a quest’arte bianca, ma l’esperienza che lo ha maggiormente emozionato  è stata la recente gara “Navigando con Gusto” svoltasi internamente sulle acque del Mediterraneo a bordo della nave MSC Fantasia.

Il mestiere di pizzaiolo richiede tanti sacrifici e dedizione, non solo da chi lo pratica ma anche da chi gli sta accanto.

VILLA ANDREA DI ISERNA


Lorenzo conscio e riconoscente, infatti ha voluto dedicare il premio L’Arcimboldo d’Oro Pizzeria alle donne della sua vita, che da sempre gli sono di supporto, la moglie, la  figlia, la mamma e la suocera.

Lorenzo realizza diversi tipi di pizza, ma quella maggiormente nelle sue corde è la pizza contemporanea.
Gli piace cambiare e sperimentare impasti e cotture, attualmente realizza impasti con una miscela di due farine Tipo 0 , diverse e complementari, una per il prefermento di poolish con una maturazione di 24 ore e l’altra per la successiva chiusura e lievitazione di ulteriori 24 ore a temperatura controllata, ottenendo un’idratazione finale del 72%.

La pizza di punta che Lorenzo Scialla realizza al Cibus Cultura Gastronomica è:

UN’ESTATE DA MIA NONNA

Impasto con prefermento poolish aromatizzato al limone

Guarnita con: pesto di rucola, zucchine fritte, fior di latte di Agerola, corallo alimentare aromatizzato al pepe, basilico e olio evo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.