A MARCELLO FOTIA L’ARCIMBOLDO D’ORO 2022

A MARCELLO FOTIA L’ARCIMBOLDO D’ORO 2022

MARCELLO FOTIA RICEVE L’ARCIMBOLDO D’ORO

L’Arcimboldo d’Oro ha premiato il settore Pizzeria, presso il Teatro MAV Museo Archeologico Virtuale di Ercolano, baluardo di cultura e di dialogo ai piedi del Vesuvio.

I pizzaioli selezionati, dopo una serie di valutazioni da parte di professionisti della comunicazione, sono stati premiati per i seguenti requisiti :

“Mera espressione dell’arte bianca, tramandano un mestiere antico con il saggio utilizzo di tecniche ed estro personale, trasmettono tradizione e al tempo stesso innovazione , con unicità e capacità emozionale”.

L’Arcimboldo, magazine del settore enogastronomico www.larcimboldo.it  impegnato nel narrare e trasmettere al lettore il racconto di professionisti, aziende e prodotti d’eccellenza, fonti di cultura e d’identità del vasto patrimonio enogastronomico  italiano, ha spento le prime dieci candeline e il suo simbolo, il simpatico omino Artista del gusto,  logo che marca le edizioni di TuffOlio www.larcimboldo.it/category/tuffolio   e del Festival Artisti del gusto www.larcimboldo.it/category/festival-artistidel-gusto, ovvero gli eventi ideati e organizzati dal team di Angela Merolla, da quest’anno è diventato d’oro “L’Arcimboldo d’Oro”.

La statuina dorata dalla forma moderna e stilizzata, creata dal 3D Artist Francesco Conte esperto in lighting e look dev www.frankwy.com, vuole essere un vero e proprio riconoscimento rilasciato unicamente ad una rosa di eccellenti professionisti del settore enogastronomico.

Marcello Fotia, classe 1980, nasce a Napoli ma presto si trasferisce con la famiglia a Bardonecchia ai confini con la Francia; dopo circa 15 anni ancora un trasferimento lo porta stavolta definitivamente in provincia di Roma, a Nettuno.

Dopo le prime indecisioni scolastiche, Marcello consegue il diploma di cucina, presso l’istituto alberghiero, la materia gli piace a tal punto, che mette a frutto gli studi, non solo lavorando presso cucine di vari ristoranti, ma divenendo professore esterno, presidente di commissione e membro della Federazione Italiana Cuochi.

A soli 23 anni Marcello, forte delle esperienze acquisite nel settore ristorativo, compra il locale dove lavorava e inaugura ad Anzio la Pizzeria Trattoria “La Divina Commedia”, ma in breve tempo cambia il suo ruolo per l’improvvisa mancanza del personale,  da capo cuoco   passa  a quello di pizzaiolo.

Per Marcello Fotia è una nuova occasione per poter arricchire il suo bagaglio professionale e  a Caorle in provincia di Venezia frequenta con successo la “Scuola Italiana Pizzaioli”; si appassiona talmente all’arte bianca, che presto diventa membro della Federazione Italiana Pizzaioli nel Mondo.

Numerose le esperienze e le competizioni, a cui partecipa negli anni ottenendo riconoscimenti, titoli mondiali, europei ed italiani , trofei e coppe, la partecipazione a tre Guinness World Record.

VILLA ANDREA DI ISERNIA – ERCOLANO NA

L’accogliente  Pizzeria Trattoria di Anzio “La Divina Commedia” dispone di un’ampia sala interna con circa 160 posti  e due verande preferite durante la bella stagione.

Le pizze proposte, nascono da un impasto di farina integrale, semola e farina Tipo 1, Marcello adotta il metodo indiretto con poolish, lievitazione e maturazione a temperatura controllata dalle 48 alle 72 ore.

Molti personaggi famosi hanno apprezzato le pizze del maestro Fotia, tra cui lo chef Antonino Cannavacciolo.

Ed è proprio la pizza che ha mangiato lo stellato napoletano ad essere la più richiesta nel menù di stagione, il suo nome è:

“Zucca” guarnita con   crema di zucca, salsiccia, porcini, all’uscita scaglie di grana e rucola e gocce di riduzione di aceto balsamico.

www.ladivinacommediadianzio.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.