A NICOLA SANNINO L’ARCIMBOLDO D’ORO 2022

A NICOLA SANNINO L’ARCIMBOLDO D’ORO 2022

NICOLA SANNINO RICEVE L’ARCIMBOLDO D’ORO

L’Arcimboldo d’Oro ha premiato il settore Pizzeria, presso il Teatro MAV Museo Archeologico Virtuale di Ercolano, baluardo di cultura e di dialogo ai piedi del Vesuvio.

I pizzaioli selezionati, dopo una serie di valutazioni da parte di professionisti della comunicazione, sono stati premiati per i seguenti requisiti :

“Mera espressione dell’arte bianca, tramandano un mestiere antico con il saggio utilizzo di tecniche ed estro personale, trasmettono tradizione e al tempo stesso innovazione , con unicità e capacità emozionale”.

L’Arcimboldo, magazine del settore enogastronomico www.larcimboldo.it  impegnato nel narrare e trasmettere al lettore il racconto di professionisti, aziende e prodotti d’eccellenza, fonti di cultura e d’identità del vasto patrimonio enogastronomico  italiano, ha spento le prime dieci candeline e il suo simbolo, il simpatico omino Artista del gusto,  logo che marca le edizioni di TuffOlio www.larcimboldo.it/category/tuffolio   e del Festival Artisti del gusto www.larcimboldo.it/category/festival-artistidel-gusto, ovvero gli eventi ideati e organizzati dal team di Angela Merolla, da quest’anno è diventato d’oro “L’Arcimboldo d’Oro”.

La statuina dorata dalla forma moderna e stilizzata, creata dal 3D Artist Francesco Conte esperto in lighting e look dev www.frankwy.com, vuole essere un vero e proprio riconoscimento rilasciato unicamente ad una rosa di eccellenti professionisti del settore enogastronomico.

Nicola Sannino, si può definire figlio d’arte, ha ereditato dal papà Enzo il mestiere di pizzaiolo e la passione che dedica quotidianamente a quest’arte bianca.

Cresciuto sin da ragazzino tra le nuvole di farina e la bocca del forno, Nicola, dopo la pizzeria  in provincia di Napoli, da oltre un anno ha realizzato il sogno di famiglia, aprendo una pizzeria nel centro della città partenopea.

Proprio quando, tanti locali sono stati costretti a chiudere i battenti, lui ha inaugurato la “Trattoria Pizzeria Sannino” in Via Guglielmo Oberdan 28/A .

Grande l’entusiasmo nel portare a Napoli il marchio di famiglia, la tipologia di pizza che il papà Enzo ha sfornato per più di quarant’anni ai tavoli della rinomata pizzeria “Da Attilio” alla Pignasecca, poiché al tempo era lui sia agli impasti che al forno.

TEATRO MAV

Enzo Sannino, un percorso di sacrifici e dedizione, nel 2015 la svolta quando supportato dalla moglie Maria e dai figli, apre la prima Trattoria-Pizzeria “Maria Marì” a Giugliano in Campania in provincia di Napoli; porta lì un impasto giornaliero per una pizza sottile, soffice dal cornicione appena pronunciato, delicata e digeribile come dev’essere la vera pizza napoletana. 

Ma Enzo napoletano doc con l’arte della pizza che da sempre gli scorre nelle vene, cullava un grande desiderio, tornare con la sua pizza nel cuore pulsante dell’ amata Napoli.

Enzo Sannino:

“ La cittadina di Giugliano mi ha dato tanto. Mi ha fortificato  per affrontare il grande passo, quest’ avventura tutta napoletana, avendo sempre al mio fianco Maria e i nostri figli.

Infatti i piatti tradizionali che serviamo sono opera di mia moglie supportata ai fornelli da nostro nipote Vincenzo, diplomato cuoco all’istituto alberghiero, i nostri figli Salvatore e Anna si dedicano al servizio in sala, mentre Nicola esperto pizzaiolo è a capo del banco di stesura e del forno a legna.”

Nicola ha ereditato dal papà non solo l’arte del pizzaiolo ma anche la stessa abnegazione per il suo lavoro; uomo umile e gran lavoratore, tiene fortemente ai legami familiari, alla tradizione, a custodire la napoletaneità.

VILLA ANDREA DI ISERNIA

Nicola Sannino:

“ Il nostro concept è quello di preservare realmente la tradizione con i suoi sapori e tanto di profumi, quindi da un’accorta selezione della materia prima, proponiamo piatti della cucina napoletana classica, spaziando dai primi ai secondi fino ai contorni, senza dimenticare i fritti di terra e di mare. La pizza poi la realizzo rigorosamente come da disciplinare della Verace Pizza Napoletana e i topping spesso creativi, sono dettati dalle stagioni.

Insomma ci piace portare in tavola la nostra storia, la nostra città e trasmettere la passione che ci ha condotti fin qui”.

La pizza a cui i Sannino sono più legati, sempre presente a menù è:

DON NICOLA

Impasto diretto con farina Tipo 00, lievitazione 24/36 ore

Guarnita con ricotta di cestino, provola affumicata di Agerola, cipolla di Tropea, Grana Padano grattugiato, pepe e olio evo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.