Christian Gaetano Gallo – Toscana

L’Arcimboldo magazine online, prende il nome dal pittore del ‘500 Giuseppe Arcimboldo poiché l’artista realizzò le famose “Teste Composte”, dipinti che rivelavano una figura umana mettendo insieme tra loro prodotti ortofrutticoli, pesci e prodotti di cucina.

” L’Arcimboldo d’Oro ”  ovvero la statuina dorata dalla forma moderna e stilizzata, creata dal 3D Artist Francesco Conte esperto in lighting e look dev www.frankwy.com , nasce per premiare gli Artisti del Gusto, in Italia e all’estero, cioè coloro i quali che con la loro professione e suddivisi per categorie peculiari, rispondono ai seguenti requisiti nell’ambito enogastronomico:“Artisti del Gusto, custodi e ambasciatori di arti antiche, capaci di saper narrare la storia, di comunicare la cultura del proprio territorio, guardando al futuro e restando al passo con i tempi e le tendenze, con unicità e capacità emozionale”.

L’Arcimboldo d’Oro, inoltre equivale al simbolo del Pennello d’Oro, utilizzato dagli artisti per creare le proprie opere.

Dopo una serie di valutazioni da parte di professionisti della comunicazione e dell’ambito gastronomico, meritevoli Artisti del gusto sono entrati a far parte della guida de L’Arcimboldo con l’assegnazione da uno a tre pennelli d’Oro.

Christian Gaetano Gallo è entrato nella Guida 2024 de L’Arcimboldo.

Da cinque anni dirige il reparto pizzeria al Lunarossa Classic pizzeria di Rosario Simeoli, che con alcuni soci ha dato vita anche alla Pizzeria Lunarossa Verace sempre a Pistoia e Puntozero-Pizzeria d’Autore a Montecatini Terme; sono professionisti, pizzaioli e imprenditori napoletani che hanno portato le tradizioni della loro terra in Toscana.

Christian Gaetano Gallo, di origini napoletane, si diploma all’istituto alberghiero, dopo iniziali esperienze nelle cucine di ristoranti della sua città è attratto dal mondo pizza, così continua il suo percorso professionale lavorando in alcune pizzerie di Napoli.

La magia del disco di pasta che una volta in forno si gonfiava e dorava, era ed è tuttora per lui una delle cose più affascinanti che ci siano.

Si sposta poi in altre regioni, per approfondire e sperimentare i vari tipi d’impasti, partendo dalla tradizionale pizza napoletana fino ad arrivare alla contemporanea, ai vari tegami, pizza a vapore, pizza in teglia.
Gallo trova la sua stabilità professionale a Pistoia alla Pizzeria Lunarossa Classic dove gestisce tutti i lievitati, dalle pizze ai dolci.
Nel locale, dove si avvale della collaborazione di Giuseppe D’Orsi  che si occupa della sala e dell’accoglienza, si propongono varie tipologie di pizze dalla pala romana al tegamino, dalla contemporanea a quella stesa a matterello, molto richiesta in Toscana.
Christian Gaetano Gallo predilige  farine con germe di grano macinate a pietra, ricche di tutte le proprietà nutrizionali e organolettiche, per realizzare il suo impasto con prefermento poolish; un processo lungo e accurato che prevede un riposo della massa di 24 h a temperatura controllata, poi chiusura all’80% di idratazione e dopo 12 h prosegue con lo staglio e la formazione dei panetti che a loro volta riposano ulteriori 8h.
Oltre agli impasti, ama sperimentare anche i condimenti delle pizze con l’utilizzo di eccellenti prodotti di piccole e grandi realtà.

La pizzeria Luna Rossa Classic con i suoi 50 posti interni e 100 esterni nel dehors, al concetto di pizza sottile a mattarello tipica toscana, ha introdotto la pizza napoletana con cornicione pronunciato ed ingredienti ricercati, che dopo le iniziali diffidenze, oggi vanta un ottimo riscontro da parte della clientela.

Il menù delle pizze di Cristian Gaetano, sono un racconto di terre e di emozioni, come la pizza “Km 511” che già dal nome è un omaggio a Napoli e Pistoia, poiché sono proprio 511 i chilometri che sperano la sua città natale dalla città che l’ha accolto e dato la possibilità di perseguire al meglio il suo sogno professionale.
Per rappresentarle entrambe ha utilizzato ingredienti autoctoni: crema di zucca napoletana, pomodorini del Piennolo del Vesuvio, provola di Agerola dalla Campania e lardo di Colonnata e porcini dell’Abetone dalla Toscana.

www.lunarossapistoia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *