Daniele Uditi

L’ARCIMBOLDO D’ORO 2024 A DANIELE UDITI

L’Arcimboldo magazine online, prende il nome dal pittore del ‘500 Giuseppe Arcimboldo poiché l’artista realizzò le famose “Teste Composte”, dipinti che rivelavano una figura umana mettendo insieme tra loro prodotti ortofrutticoli, pesci e prodotti di cucina.

” L’Arcimboldo d’Oro ”  ovvero la statuina dorata dalla forma moderna e stilizzata, creata dal 3D Artist Francesco Conte esperto in lighting e look dev www.frankwy.com , nasce per premiare gli Artisti del Gusto, in Italia e all’estero, cioè coloro i quali che con la loro professione e suddivisi per categorie peculiari, rispondono ai seguenti requisiti nell’ambito enogastronomico:“Artisti del Gusto, custodi e ambasciatori di arti antiche, capaci di saper narrare la storia, di comunicare la cultura del proprio territorio, guardando al futuro e restando al passo con i tempi e le tendenze, con unicità e capacità emozionale”.

L’Arcimboldo d’Oro, inoltre equivale al simbolo del Pennello d’Oro, utilizzato dagli artisti per creare le loro opere.

Dopo una serie di valutazioni da parte di professionisti della comunicazione e dell’ambito gastronomico, meritevoli Artisti del gusto sono entrati a far parte della guida de L’Arcimboldo con l’assegnazione da uno a tre pennelli d’Oro e durante l’evento di premiazione al Grand Hotel Capodimonte hanno ricevuto la prestigiosa targa che riporta i pennelli d’Oro assegnati.

Arriva dalla California, Daniele Uditi, che presso la Sala Carlo III del Grand Hotel Capodimonte di Napoli, ha ricevuto la targa da 3pennelli d’Oro. 

Quella di Daniele è una bella storia, di quelle dove il protagonista dopo tanti sacrifici e non poche peripezie, si gode il lieto fine.

Daniele Uditi è nato a Napoli e cresciuto in provincia di Caserta, si avvicina all’arte della pizza da ragazzino poiché la mamma era una cuoca e la zia faceva il pane con un forno antico nello scantinato di casa che poi vendeva alle salumerie e ai supermercati.

Nel 2010 si trasferisce in California, successivamente ad una proposta di lavoro per una pizzeria in procinto di apertura, ma si ritarda l’inaugurazione e Daniele affronta mesi di grandi difficoltà.

Poi una volta che inizia a lavorare nella nuova pizzeria, propone la sua pizza, una classica napoletana, solo un po’ più cotta, che tanto ricorda quella che faceva la zia nell’antico forno di casa.

Il successo è alle porte, la pizza è molto apprezzata e la recensionepiù che positiva di Jonathan Gold, giornalista del Los Angeles Times, gli cambia la vita. Così, conosce personaggi famosi di Hollywood, che curiosi arrivano in pizzeria per saggiare la sua pizza.

Poi l’incontro con Candace and Charles Nelson, proprietari di una famosa catena di pasticcerie, che colpiti dalla pizza di Daniele decidono di aprire insieme a lui una pizzeria, così nasce nel 2017 la prima “Pizzana”.

Oggi si contano ben sette pizzerie “Pizzana” di  cui cinque in California e due in Texas; Daniele Uditi ricopre il ruolo di founder-partner and executive chef Daniele, continua a proporre il suo tipo di pizza e rigorosamente lavora con un mix di ingredienti locali e italiani, sempre impegnato a di diffondere il Made in Italy in California.

E la storia continua……

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *