Raffaele Tromiro- Svizzera

L’ARCIMBOLDO D’ORO 2024 A RAFFAELE TROMIRO

L’Arcimboldo magazine online, prende il nome dal pittore del ‘500 Giuseppe Arcimboldo poiché l’artista realizzò le famose “Teste Composte”, dipinti che rivelavano una figura umana mettendo insieme tra loro prodotti ortofrutticoli, pesci e prodotti di cucina.

” L’Arcimboldo d’Oro ”  ovvero la statuina dorata dalla forma moderna e stilizzata, creata dal 3D Artist Francesco Conte esperto in lighting e look dev www.frankwy.com , nasce per premiare gli Artisti del Gusto, in Italia e all’estero, cioè coloro i quali che con la loro professione e suddivisi per categorie peculiari, rispondono ai seguenti requisiti nell’ambito enogastronomico:“Artisti del Gusto, custodi e ambasciatori di arti antiche, capaci di saper narrare la storia, di comunicare la cultura del proprio territorio, guardando al futuro e restando al passo con i tempi e le tendenze, con unicità e capacità emozionale”.

L’Arcimboldo d’Oro, inoltre equivale al simbolo del Pennello d’Oro, utilizzato dagli artisti per creare le loro opere.

Dopo una serie di valutazioni da parte di professionisti della comunicazione e dell’ambito gastronomico, meritevoli Artisti del gusto sono entrati a far parte della guida de L’Arcimboldo con l’assegnazione da uno a tre pennelli d’Oro e durante l’evento di premiazione al Grand Hotel Capodimonte hanno ricevuto la prestigiosa targa che riporta i pennelli d’Oro assegnati.

Arriva da Zurigo, Raffaele Tromiro, che presso la Sala Carlo III del Grand Hotel Capodimonte di Napoli, ha ricevuto la targa dai 3pennelli d’Oro.

Raffaele Tromiro, Maestro pizzaiolo e titolare di pizzerie  sorte a Meilen , Zollikon, Zurigo, Netstal, Arosa, Dietikon, Arau e Locarno, tutte portano lo stesso nome “Napulé “e  l’identica filosofia.

Raffaele Tromiro è di origini napoletane, quarta generazione di pizzaioli, ha ereditato dalla sua famiglia la passione di tramandare l’arte della pizza.

Realizzò il suo primo progetto imprenditoriale nel 2015, con la prima pizzeria “Napulé“ a Meilen sul Lago di Zurigo. 

Un format da subito apprezzato e che volle replicare in altre località, portando con le sue pizze, uno spicchio di Napoli fuori dai confini.

Negli anni che sono seguiti le pizzerie sono diventate 10 e si sono aggiunti anche 5 foodtrak.

Con le sue pizzerie propone i grandi classici della tradizione napoletana, che realizza da un impasto con farina Verace Napulé, di propria produzione, che viene lavorato con metodo diretto e lievitazione di 24 ore, ottenendo una sfoglia leggera e digeribile tipica della pizza napoletana.

Lo stesso impasto è utilizzato per la “Pizza a portafoglio”, sempre presente nel menù delle Pizzerie Napulé, ovvero una pizza di dimensioni ridotte, che nasce come street food di un tempo.

Fanno la differenza, anche tutti gli altri ingredienti che completano le pizze, tutti accuratamente selezionati e di origine controllata e garantita, arrivano rigorosamente dalla Campania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *