Lucio De Marchis

L’ARCIMBOLDO D’ORO 2024 A LUCIO DE MARCHIS

L’Arcimboldo magazine online, prende il nome dal pittore del ‘500 Giuseppe Arcimboldo poiché l’artista realizzò le famose “Teste Composte”, dipinti che rivelavano una figura umana mettendo insieme tra loro prodotti ortofrutticoli, pesci e prodotti di cucina.

” L’Arcimboldo d’Oro ”  ovvero la statuina dorata dalla forma moderna e stilizzata, creata dal 3D Artist Francesco Conte esperto in lighting e look dev www.frankwy.com , nasce per premiare gli Artisti del Gusto, in Italia e all’estero, cioè coloro i quali che con la loro professione e suddivisi per categorie peculiari, rispondono ai seguenti requisiti nell’ambito enogastronomico:“Artisti del Gusto, custodi e ambasciatori di arti antiche, capaci di saper narrare la storia, di comunicare la cultura del proprio territorio, guardando al futuro e restando al passo con i tempi e le tendenze, con unicità e capacità emozionale”.

L’Arcimboldo d’Oro, inoltre equivale al simbolo del Pennello d’Oro, utilizzato dagli artisti per creare le proprie opere.

Dopo una serie di valutazioni da parte di professionisti della comunicazione e dell’ambito gastronomico, meritevoli Artisti del gusto sono entrati a far parte della guida de L’Arcimboldo con l’assegnazione da uno a tre pennelli d’Oro e durante l’evento di premiazione al Grand Hotel Capodimonte hanno ricevuto la prestigiosa targa che riporta i pennelli d’Oro assegnati.

Arriva da Terracina in provincia di Latina, Lucio De Marchis, che presso la Sala Carlo III del Grand Hotel Capodimonte di Napoli, ha ricevuto la targa da 2pennelli d’Oro.

Lucio De Marchis, dopo un lungo percorso di esperienze nel mondo della pizza, nel 2019 inaugura a Terracina la sua pizzeria “Serafina”, il cui nome è un omaggio alla moglie.

La pizzeria con circa cinquanta posti a sedere, ha avuto subito un ottimo riscontro da parte della clientela, apprezzata per la varietà come la bontà delle proposte gastronomiche: pizza classica e pizza a metro, saltimbocca sorrentino, frittura, taglieri di affettati locali.

Lo studio e la sperimentazione degli impasti classici e alternativi, come anche dei condimenti più idonei, sono frutto di una collaborazione molto stretta con tutto lo staff,  infatti Lucio e i suoi collaboratori saggiano e affinano ogni creazione prima di proporla ai clienti.

Non solo pizze da impasti diversi come da menù, ma settimanalmente il Maestro De Marchis propone alcune alternative in edizione limitata, con cui esprime la sua creatività, utilizzando sapori originali e perfettamente armonizzati tra loro.

La pizza a metro è realizzata in vari gusti appetitosi, ha una consistenza croccante all’esterno e soffice all’interno, frutto di una lievitazione di circa 30 ore a temperatura controllata.

Sullo stile classico napoletano a menù si trova la Montanara a modo Serafina, una pizza fritta servita con una ciotola di pomodoro, per condirla a proprio piacimento.

Per gli amanti del Saltimbocca, il Maestro De Marchis propone un prodotto realizzato con un impasto classico come vuole la tradizione di Vico Equense.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *