Bernardo D’Annolfo

L’ARCIMBOLDO D’ORO 2024 A BERNARDO D’ANNOLFO

L’Arcimboldo magazine online, prende il nome dal pittore del ‘500 Giuseppe Arcimboldo poiché l’artista realizzò le famose “Teste Composte”, dipinti che rivelavano una figura umana mettendo insieme tra loro prodotti ortofrutticoli, pesci e prodotti di cucina.

” L’Arcimboldo d’Oro ”  ovvero la statuina dorata dalla forma moderna e stilizzata, creata dal 3D Artist Francesco Conte esperto in lighting e look dev www.frankwy.com , nasce per premiare gli Artisti del Gusto, in Italia e all’estero, cioè coloro i quali che con la loro professione e suddivisi per categorie peculiari, rispondono ai seguenti requisiti nell’ambito enogastronomico:“Artisti del Gusto, custodi e ambasciatori di arti antiche, capaci di saper narrare la storia, di comunicare la cultura del proprio territorio, guardando al futuro e restando al passo con i tempi e le tendenze, con unicità e capacità emozionale”.

L’Arcimboldo d’Oro, inoltre equivale al simbolo del Pennello d’Oro, utilizzato dagli artisti per creare le proprie opere.

Dopo una serie di valutazioni da parte di professionisti della comunicazione e dell’ambito gastronomico, meritevoli Artisti del gusto sono entrati a far parte della guida de L’Arcimboldo con l’assegnazione da uno a tre pennelli d’Oro e durante l’evento di premiazione al Grand Hotel Capodimonte hanno ricevuto la prestigiosa targa che riporta i pennelli d’Oro assegnati.

Arriva da Bruxelles, Bernardo D’Annolfo, che presso la Sala Carlo III del Grand Hotel Capodimonte di Napoli, ha ricevuto la targa da 3pennelli d’Oro.

Bernardo D’Annolfo, titolare e pizzaiolo della Pizzeria “Educazione Napoletana” a Bruxelles ,  ha realizzato il suo progetto dal desiderio viscerale di diffondere e far gustare la vera pizza napoletana in questa città del Belgio, mettendo ogni giorno tutta la sua passione per rendere omaggio alla veracità di questo prodotto tanto amato nel mondo.

La storia di Bernardo inizia nella cittadina dov’è nato a Mondragone in provincia di Caserta, lì impara l’arte del pizzaiolo dai migliori maestri e decide di portare le sue competenze all’estero. Arriva a Londra e lavora presso prestigiose pizzerie, poi è a Bruxelles che apre la sua pizzeria “Educazione Napoletana”.

Nel suo locale si respira aria di Napoli, tra immagini della Madonna, di Maradona, il profumo della pizza e l’accoglienza calorosa.

In questo contesto Bernardo propone pizze dal bordo alto e la parte centrale molto sottile, leggere e digeribili, guarnite con topping classici ma anche creativi; tra le sue pizze più apprezzate ci sono la Bufala e la Pizza fritta, famosa è la Wé Mamma a forma di stella con rucola e prosciutto di Parma.

Bernardo D’Annolfo attento all’accurata selezione delle materie prime di alta qualità, con cui realizza un eccellente prodotto pizza, attinge i migliori ingredienti dalla
Dop Food Import, azienda di origine partenopea con sede in Belgio, che importa e distribuisce, prodotti alimentari per ristoranti e pizzerie.

L’azienda ha la propria struttura logistica a Napoli, e attraverso collaboratori e partner del settore, offre un servizio di eccellenza door to door, per l’acquisto di ogni genere alimentare ed affini.

Attraverso il collaudato sistema di acquisti, logistica, trasporti e conoscenza profonda del settore, Dop Food Import è il partner d’eccellenza, per i ristoratori in Belgio.

D’Annolfo, oltre alla pizza napoletana, dedica una sala alle degustazioni di pizza gourmet che si accompagnano a deliziose bollicine.

 “Educazione napoletana” presto sarà anche food track e andrà in giro per i mercati di Bruxelles e in eventi privati dove porterà la veracità partenopea in ogni dove.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *