Marco Lonardo

L’ARCIMBOLDO D’ORO 2024 A MARCO LONARDO

L’Arcimboldo magazine online, prende il nome dal pittore del ‘500 Giuseppe Arcimboldo poiché l’artista realizzò le famose “Teste Composte”, dipinti che rivelavano una figura umana mettendo insieme tra loro prodotti ortofrutticoli, pesci e prodotti di cucina.

” L’Arcimboldo d’Oro ”  ovvero la statuina dorata dalla forma moderna e stilizzata, creata dal 3D Artist Francesco Conte esperto in lighting e look dev www.frankwy.com , nasce per premiare gli Artisti del Gusto, in Italia e all’estero, cioè coloro i quali che con la loro professione e suddivisi per categorie peculiari, rispondono ai seguenti requisiti nell’ambito enogastronomico:“Artisti del Gusto, custodi e ambasciatori di arti antiche, capaci di saper narrare la storia, di comunicare la cultura del proprio territorio, guardando al futuro e restando al passo con i tempi e le tendenze, con unicità e capacità emozionale”.

L’Arcimboldo d’Oro, inoltre equivale al simbolo del Pennello d’Oro, utilizzato dagli artisti per creare le proprie opere.

Dopo una serie di valutazioni da parte di professionisti della comunicazione e dell’ambito gastronomico, meritevoli Artisti del gusto sono entrati a far parte della guida de L’Arcimboldo con l’assegnazione da uno a tre pennelli d’Oro e durante l’evento di premiazione al Grand Hotel Capodimonte hanno ricevuto la prestigiosa targa che riporta i pennelli d’Oro assegnati.

Arriva da Dubai negli Emirati Arabi, Marco Lonardo, che presso la Sala Carlo III del Grand Hotel Capodimonte di Napoli, ha ricevuto la targa da 3pennelli d’Oro.

La Piazzetta Italian Restaurant a Dubai Marina, Fondata dall’imprenditore Andrea Vento, offre ai suoi ospiti un’esperienza culinaria autentica, con piatti classici italiani e la vera pizza napoletana, seguendo metodi tradizionali e utilizzando prodotti di prima qualità.

Ed è proprio in questa pizzeria che Marco Lonardo ha portato la pizza napoletana.

La sua storia professionale e di vita è così pregna di passaggi emozionanti, che lasciamo sia lui a raccontarla.

– “Sono nato a Gaeta, in una famiglia con molte difficoltà, mio padre Vincenzo pensionato, cercava in tutti i modi di mandare avanti la famiglia arrancando ad ogni tipo di lavoro, mentre mia madre cresceva me, mio fratello e mia sorella.
All’età di dieci anni ho iniziato a fare piccoli lavoretti presso i negozi vicino casa e soprattutto ho cominciato ad inseguire il sogno di diventare un calciatore professionista.

Dai 14 anni sono stato adottato, nel vero senso della parola, da NAPOLI, girando varie squadre di calcio; ma dentro di me ormai cresceva la consapevolezza che non era quella la mia strada.
Mi sono allontanato dal mondo del calcio definitivamente, quando qualche anno dopo è venuto a mancare il mio papà, il mio punto di riferimento.
Era chiaro che dovevo tornare alla realtà; rientrato a Gaeta, iniziai a lavorare in un pub/pizzeria dove fare numeri era la priorità.
Cominciò così la mia carriera nell’arte bianca; occhi marroni e sorriso buono, dietro un’espressione sempre grintosa e determinata.
Pulendo bagni sporchi, lavando piatti e rubando poco a poco il mestiere da Michele, che mi consentiva di fare le pizze a fine serata.
Un giorno in pizzeria incontrai il maestro pizzaiolo Santucci, mi disse che avevo un potenziale in questo settore e da quel momento iniziò a cambiare la mia vita.

Dopo qualche anno, diventai socio in alcune attività di pizzeria, prima con un mio caro amico, poi con un noto imprenditore della zona e riuscii a conquistare tutti con il mio impasto e un’innata sensibilità verso le materie prime.

In tutto ciò anche la mia vita privata era andata avanti con la mia compagna Lidia, che mi ha sempre supportato ed ha creduto in me, poi è arrivata la mia splendida bambina Diletta.

Ma, proprio guardando mia figlia, che  un giorno mi resi conto che dovevo fare di più, dovevo impegnarmi per qualcosa di più grande, conquistare Dubai.
Il 4 marzo 2021 lasciai dolorosamente la mia famiglia e volai lontano per collaborare al fianco del un grande maestro Francesco Calò.
Esperienza di un anno in cui crebbero notevolmente le mie conoscenze.
Il 5 maggio 2022 poi arrivò una proposta da parte di un noto imprenditore italiano, famoso anche su tutte le piattaforme social e soprattutto ormai un fratello per me, Andrea Vento.
Mi propose, appunto, di portare la mia pizza nel suo primo ristorante La Piazzetta Italian Restaurant in zona jbr Dubai Marina. Accettai con grande entusiasmo, tanto da creare presso il molino Denti di Parma, nuove miscele di farine adatte per i miei impasti.

Ed è a La Piazzetta Italian Restaurant che sono attualmente; provo un’immensa soddisfazione per il mio percorso professionale, soprattutto perché sono riuscito con le mie forze a raggiungere i piani alti di questo immenso grattacielo.

E il meglio deve ancora venire!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *