Fabio Guazzo

L’ARCIMBOLDO D’ORO 2024 A FABIO GUAZZO

L’Arcimboldo magazine online, prende il nome dal pittore del ‘500 Giuseppe Arcimboldo poiché l’artista realizzò le famose “Teste Composte”, dipinti che rivelavano una figura umana mettendo insieme tra loro prodotti ortofrutticoli, pesci e prodotti di cucina.

” L’Arcimboldo d’Oro ”  ovvero la statuina dorata dalla forma moderna e stilizzata, creata dal 3D Artist Francesco Conte esperto in lighting e look dev www.frankwy.com , nasce per premiare gli Artisti del Gusto, in Italia e all’estero, cioè coloro i quali che con la loro professione e suddivisi per categorie peculiari, rispondono ai seguenti requisiti nell’ambito enogastronomico:“Artisti del Gusto, custodi e ambasciatori di arti antiche, capaci di saper narrare la storia, di comunicare la cultura del proprio territorio, guardando al futuro e restando al passo con i tempi e le tendenze, con unicità e capacità emozionale”.

L’Arcimboldo d’Oro, inoltre equivale al simbolo del Pennello d’Oro, utilizzato dagli artisti per creare le proprie opere.

Dopo una serie di valutazioni da parte di professionisti della comunicazione e dell’ambito gastronomico, meritevoli Artisti del gusto sono entrati a far parte della guida de L’Arcimboldo con l’assegnazione da uno a tre pennelli d’Oro e durante l’evento di premiazione al Grand Hotel Capodimonte hanno ricevuto la prestigiosa targa che riporta i pennelli d’Oro assegnati.

Arriva da Weilheim in alta Baviera, Fabio Guazzo titolare e pizzaiolo della Pizzeria La Tombola, che presso la Sala Carlo III del Grand Hotel Capodimonte di Napoli, ha ricevuto la targa da 3pennelli d’Oro. 

Fabio Guazzo nasce a Napoli e sin da piccolo è stato attratto dal mondo della pizza, dalle lievitazioni, dalla magia che si compie nel forno a legna.

All’età di17 anni inizia a lavorare in una pizzeria della sua città, ma quattro anni dopo decide di trasferirsi in Germania e si stabilisce a Weilheim dove lavora come responsabile di pizzeria.

Negli anni acquisisce una sempre maggiore preparazione nelle tecniche d’impasto e quando nel 2020 si sposta a Monaco di Baviera presso la Pizzeria Mozzamo, grazie al suo mentore Vito Monaco accresce la sua formazione professionalmente.

Nel 2023 Guazzo realizza finalmente il suo sogno e inaugura a Weilheim, comune alla periferia di Monaco di Baviera, la sua Pizzeria e Trattoria La Tombola, dove propone la tipica pizza napoletana realizzata con tanto di attenzione agli ingredienti che utilizza; infatti, straccia a mano il fiordilatte e con le mani schiaccia il pomodoro San Marzano, adottando come base per la pizza un impasto lievitato 30 ore.

La Tombola, ambiente moderno ed accogliente, propone pizza e non solo; piatti di cucina e diverse sfizioserie sono molto apprezzate dalla clientela.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *